header logo

Una tragedia ha sconvolto tutta la città di Lecce. La studentessa francese di 21 anni domenica scorsa è stata trovata morta in un appartamento in via Pappacoda. La giovane era arrivata da poco nella città salentina per frequentare un corso Erasmus presso l’Università del Salento.

La ragazza, giorni prima del gesto estremo, avrebbe subìto una violenza sessuale, ma non avrebbe denunciato il fatto. Questa è l’ipotesi che la polizia sta esaminando per capire le ragioni del tragico gesto, che ha spezzato la vita di una giovane piena di progetti.

La stessa vittima avrebbe confidato a qualcuno di aver subìto uno stupro nei giorni precedenti, senza però fare il nome dell’aggressore. La procura di Lecce ha aperto un’inchiesta per accertare le circostanze della morte e stabilire se ci siano responsabilità di terzi nel dramma.

Dopo che non rispondeva più al telefono e non si avevano tracce di lei da più di 18 ore, domenica scorsa alle 20 o giù di lì, in via Pappacoda sono arrivati tutti, anche il 118.

Secondo quanto raccolto dai colleghi della Gazzetta del Mezzogiorno, la ragazza non respirava più, sul letto un diario, un quaderno a quadretti, un evidenziatore rosa e una penna nera. La stessa con cui la studentessa, prima del gesto estremo, aveva scritto su quei fogli il suo addio nella sua lingua, il francese: “Penso che è arrivato il momento di fermarmi qui, non ne posso più, mi dispiace mamma e papà. Mi manca il mio Pierre che amo, mi dispiace per tutte le persone che ho incontrato. Mi dispiace per Julie....[altri nomi, ndr] e soprattutto Leo. In breve, mi dispiace per tutti. Vi amo tutti , non è colpa di nessuno, non ce l’ho con nessuno perché mi avete tanto amata, ma non ci riesco più, non riesco ad accettare ciò che mi è successo, è troppo difficile per me rimanere sola. Vi amo, soprattutto tu Pierre ti amo. Sono triste”.

La salma attualmente si trova all’obitorio dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria. Si ascoltano amici, compagni di studio, coinquilini. Anche i familiari della 21enne vogliono verità, come tutti coloro che le volevano bene.

Lecce-Torino, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"