PRIMA DEGLI ALTRI

La musica cambia quando si passa in vantaggio

Scritto da Andrea Sperti  | 

Il Lecce in questa stagione è passato in vantaggio solo 3 volte in 13 partite. I giallorossi hanno spesso dovuto inseguire, ma quando hanno segnato prima dell’avversario sono poi riusciti a portare a casa punti preziosi per la loro classifica. 

È accaduto all’Arechi contro la Salernitana, fino ad ora l’unico successo della formazione di Baroni, contro la Fiorentina al Vi Del Mare e alla Dacia Arena contro l’Udinese, due pareggi importanti contro squadre attrezzate per un campionato di alto livello.

I salentini rappresentano la squadra più giovane del campionato ed andare in vantaggio garantisce loro entusiasmo e tranquillità, caratteristiche fondamentali per un gruppo di ragazzi inesperti per questa categoria. Passare sotto, al contrario, condiziona l’aspetto mentale, con molte scelte che diventano frettolose e di conseguenza sbagliate.

L’altro ieri ad Udine abbiamo visto una squadra gagliarda, che sapeva cosa fare e quando attaccare. Il Lecce ha giocato un primo tempo praticamente perfetto e se avesse chiuso la frazione in vantaggio di 3 gol nessuno avrebbe potuto dire nulla. I giallorossi sono sembrati sul pezzo, corti in fase di non possesso e abili nelle ripartenze.

Nella seconda frazione è venuto fuori l’Udinese, una squadra di qualità che ha costretto Hjulmand e compagni ad abbassare il baricentro per difendere prima il vantaggio e poi il pareggio lontani dalla porta avversaria. Nonostante le insistenti folate offensive della squadra di Sottil, i giallorossi hanno comunque tenuto bene in campo ed avuto anche qualche occasione per segnare e vincere la partita. 

Nelle prossime due sfide i salentini dovranno aggredire l’avversario come fatto ad Udine per provare a portare a casa più punti possibili prima della sosta per i Mondiali. Adesso sarà necessario dare tutto per regalarsi un mese e mezzo di tranquillità prima del nuovo campionato che inizierà da gennaio in poi.