header logo

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, durante la conferenza stampa di oggi, ha parlato anche del suo rapporto con Silvio Berlusconi, presidente del Monza scomparso ieri all’età di 86 anni. Il numero uno dei giallorossi ha svelato un retroscena accaduto proprio qualche giorno fa, dopo la vittoria del Lecce in quel di Monza. Ecco di seguito le sue parole:

“Berlusconi? Vi racconto un aneddoto. 2 giorni dopo Monza-Lecce, era martedì sera, mi chiamò, credo fosse in ospedale. Mi disse che era dispiaciuto per il Monza ma era felice perchè si era salvata una squadra coraggiosa. ‘Siete gli unici che quest’anno hanno proposto qualcosa di nuovo in A, nel dispiacere mi ha fatto piacere perdere contro il Lecce'. Mi ha emozionato questa chiamata, la dice lunga sulla persona”. 

Intanto, come riportato dall’edizione odierna de Il Corriere dello Sport pare che Silvio Berlusconi avesse già pensato al futuro del Monza prima della sua morte. Sembra, infatti, che il Cavaliere avesse parlato dell’acquisizione del club con il magnate greco Evangelos Marinakis, già proprietario di Olympiacos e Nottingham Forest, l'uomo con cui in società, pare da mesi, stia trattando il club.

Il club brianzolo ha progetti molto importanti ed in questa stagione si è assestato in Serie A, grazie anche all’arrivo di Raffaele Palladino, che ha sostituito Giovanni Stroppa, proprio dopo il pareggio ottenuto in quel di Lecce, ed ha iniziato un nuovo percorso, fatto di soddisfazioni e successi a ripetizione. Nella prossima stagione l’obiettivo dichiarato era quello di lottare per un piazzamento in Europa e la morte di Berlusconi non dovrebbe sconvolgere i piani, soprattutto se la società sarà acquistata dal facoltoso imprenditore greco.

Adesso si dovrà pensare al futuro, a rafforzare la squadra e magari a questo passaggio del testimone per il bene ed il futuro del Monza. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"