header logo

Al triplice fischio finale, mentre il resto dello stadio abbondonava l’impianto tra critiche e mugugni nella speranza di trovare un capro espiatorio al quale affibbiare le colpe di questo momento negativo, la Curva Nord, da sempre cuore pulsante e vero rappresentante del tifo giallorosso, ha chiamato a raccolta la squadra, chiedendole di andare lì sotto, ad ascoltare con attenzione i loro cori.

Incitamento e carica: ennesima prova di maturità della Nord

Dopo un 4 a 0 del genere, seppur incassato contro una macchina da guerra come l’Inter, non è facile rimanere lucidi. Eppure, la Curva Nord non ha esasperato i toni e si è dimostrata matura ancora una volta. Ha chiesto maggiore impegno e vittorie, quelle che mancano al Lecce in questo momento. 

“Pretendiamo tutte vittorie”, una richiesta che nasce dal fatto che, da ora in poi, il calendario pare poter servire un assist vincente ai giallorossi, con tanti scontri diretti a ripetizione che possono, ed anzi devono, sistemare la classifica della compagine salentina.

La Curva Nord

Messaggio recepito

La squadra sembra aver recepito il messaggio, quantomeno questo traspare dalle parole del capitano Alexis Blin, che in conferenza stampa ha parlato anche dell’incitamento ricevuto proprio dalla curva. Queste le sue parole: 

Sono ancora più carico, mi ha fatto scattare qualcosa dentro che mi porterà a dare ancora di più. I tifosi sono sempre stati incredibili, in casa e fuori.

Adesso occorrerà a tutti fare la propria parte. I tifosi sono dalla parte del Lecce e non hanno mai contestato questa squadra, sebbene nell’ultimo periodo siano arrivate tante delusioni e diverse mazzate. Tutte le componenti dovranno trovare la soluzione ai problemi che attanagliano il Lecce e risolverli quanto prima per evitare di gettare alle ortiche il buon lavoro fatto fino a questo momento.

La Nord oggi lo ha detto forte e chiaro. Da adesso in poi solo vittorie. 

In diretta su Twitch a partire dalle 15:30. Come seguirci
"Sbirro non chiedermi perché ti odio": lo striscione degli Ultrà Lecce sui fatti di Pisa