SIAMO LIVE! 👇🏻 ISCRIVITI AL CANALE TWITCH 💜 E ABBONATI CON PRIME: É GRATIS!

Offerta da
IN CONFERENZA

Baroni: "Guardiamo il Verona con rispetto: sarà dura. Il mercato non ci tocca"

Scritto da Filippo Verri  | 

Marco Baroni ha parlato alla vigilia di Hellas Verona-Lecce.

LA PARTITA
“È uno scontro diretto che andiamo a fare in casa dell'Hellas, però noi dobbiamo pensare a noi e alla nostra prestazione. Troviamo un avversario che non merita i punti in classifica che ha. La partita presenterà delle difficoltà. Queste sono le nostre partite, in cui dobbiamo dimostrare compattezza e capacità di sacrificio. Guardiamo con fiducia e rispetto dell'avversario”.

L'AVVERSARIO
"Andiamo in campo sempre per vincere e fare risultato. Verona per me da calciatore è stato un passaggio importante della mia carriera. Quello che conta non è quanto fatto ma quello che ci sarà da fare. Conosco quell'ambiente e so che sarà dura".

DUBBI DI FORMAZIONE
“Ci sono ragazzi che stanno bene. Mi è piaciuto Pezzella, anche Maleh. Teniamo questa gara in 11+5 che è importante questo. Ci sarà necessità di tutti, di tenere ritmo e corsa. Loro hanno aggressività, sono difficili da affrontare. Qualche dubbio c'è perchè i ragazzi stanno facendo bene”.

CALCIOMERCATO
“Il mercato non ci tocca. Sono usciti ragazzi che meritavano di essere protagonisti e lo andranno a fare altrove. Alcuni sono ragazzi nostri a cui ci teniamo molto, speriamo possano rientrare bene. La mia attenzione è massima su quello che ho".

NUOVI ARRIVATI
“Maleh non aveva giocato molto fino ad adesso, ora sta bene. Si è integrato benissimo e gli piace lavorare con noi. Cassandro lo conoscevamo, è giovane e ha struttura. Ha dimostrato di essere uno dei terzini più bravi di B e gli diamo questa possibilità. Non avrà difficoltà ad integrarsi perchè è un giocatore acceso”.

PROSPETTIVE
“Questo è un campionato pericoloso in cui vincere non è facile. Dobbiamo restare allineati sul nostro percorso di crescita. Tantissimi giovani non avevano mai fatto questo percorso, quindi non dobbiamo mollare dal punto di vista del lavoro. Ogni partita è una opportunità. Guardo molto quello che dobbiamo migliorare. Col Milan siamo rimasti in partita, abbiamo fatto bene anche nel secondo tempo perchè avevamo di fronte i campioni di Italia che volevano riprendere la partita”.