header logo

Il week end di Serie A si è concluso ieri con la sfida dell’Olimpico tra Roma e Fiorentina, una gara che non interessava da vicino i tifosi giallorossi.

Prima di quel match, però, nel sabato e nella domenica calcistica italiana, il Lecce, in attesa della sua partita, ha potuto ammirare le sue dirette contendenti alla salvezza: il Verona di Baroni, l’Udinese di Cioffi, il Frosinone di Di Francesco, il Genoa di Gilardino e la Salernitana di Pippo Inzaghi.

In questo pezzo cercheremo di analizzare le prestazioni di queste squadre anche attraverso le parole dei protagonisti. 

Baroni si salva ancora 

Marco Baroni, tecnico del Verona, ha parlato così al termine della sfida pareggiata dai suoi contro la Lazio. I gialloblù hanno giocato una sfida all’altezza, contro un avversario che ha provato in tutti i modi a vincere il match:

"Si giocava contro una squadra forte, ben allenata, nel primo tempo siamo stati forse un pochino timorosi, potevamo alzarci di più, anche se comunque loro nel primo tempo non hanno avuto grandi occasioni. Se nel secondo tempo non ci fosse stata l'espulsione forse avremmo potuto osare di più. La squadra ha avuto una buona tenuta mentale, queste sono partite che devi tenere mentalmente, speriamo di poter urlare alla fine per una vittoria a breve".

Troppa Inter per l’Udinese

La formazione bianconera è stata letteralmente travolta dalla furia nerazzurra, che si è abbattuta soprattutto nella prima frazione di gioco. L’Udinese ha provato a tenere fino a quando ha potuto ma non è riuscita a fermare le folate offensive dei nerazzurri.

Eusebio Di Francesco

Frosinone-Torino, pari senza gloria

Il Frosinone è parso meno brillante del solito, contro un Torino arcigno che ha rischiato comunque di vincere la partita fino all’ultimo. La squadra di Di Francesco ha provato a superare i granata attraverso il solito palleggio avvolgente, ma Juric è un allenatore esperto ed ha bloccato tutte le fonti di gioco dei ciociari. 

Questo, intanto, il messaggio di Riccardo Marchizza, terzino gialloblù costretto ad un’operazione per superare un fastidioso problema fisico:

“Cari tifosi ciociari, ho aspettato e sperato fino all’ultimo istante, ma purtroppo dopo gli esami e il parere di uno specialista sarò costretto a ricorrere ad un intervento chirurgico. Lo sport che amo mi mette alla prova per l’ennesima volta, ma sono sicuro che anche questa la supererò da vincitore. Lo devo a me stesso ai miei figli e a mia moglie. Ci vediamo a Marzo, e sarà ancora più bello".

Sconfitta immeritata per il Genoa di Retegui

Abbiamo nominato l’attaccante dei rossoblù perché è stato assoluto protagonista del pomeriggio di Monza. Il centravanti ha messo in seria apprensione la difesa brianzola ma ha sprecato diverse palle gol, una clamorosa, per portare avanti i suoi ed alla fine Dany Mota ha punito la formazione di Gilardino, con il più classico dei gol nel finale di gara. La compagine ligure ha perso 9 punti negli ultimi 10 minuti di partita. 

A Salerno urge il mercato di gennaio

Inzaghi non ha dato la scossa che il presidente Iervolino si aspettava e la Salernitana è caduta anche sotto i colpi di un Bologna che non aveva mai vinto fuori casa in questa stagione. La squasra campana, a dir la verità, ci ha provato fino all’ultimo. Più con grinta che con ordine ed, alla fine, ha perso ancora, rimanendo da sola all’ultimo posto in classifica. 

Verso Bologna- Lecce: Corvino incrocia il suo passato
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita