LA CRONACA

Sfortunato Lecce: a Udine l'infortunio di Umtiti impedisce la vittoria

Scritto da Andrea Sperti  | 

Udinese e Lecce si affrontano alla Dacia Arena per la tredicesima giornata di campionato. I giallorossi scendono in campo con il 4231. In porta c’è Falcone; in difesa Gendrey, Baschirotto, Umtiti e Gallo; a centrocampo Hjulmand e Blin, con Gonzalez più avanzato sulla linea di Strefezza e Banda; in avanti Lorenzo Colombo.

Il Lecce parte forte e colpisce subito un palo clamoroso con Strefezza, che calcia dal limite dell’area di rigore sorprendendo Silvestri. 

Dall’altra parte l’Udinese crea pericoli soprattutto con Deulofeu, che sembra particolarmente ispirato questa sera. 

Ancora Udinese al 20esimo minuto, ma questa volta Pereyra non riesce ad imprimere forza alla sua conclusione, che viene bloccata agevolmente da Falcone. 

Alla mezzora Blin ha una buona occasione ma il suo tiro viene rimpallato da un difensore avversario. Due minuti più tardi il Lecce passa in vantaggio con Colombo, che sfrutta un ottimo cross di Gallo e batte un incolpevole Silvestri. 

Nel finale di primo tempo Gallo colpisce una clamorosa traversa sugli sviluppi di un calcio di punizione. 

La ripresa ricomincia con gli stessi 22 uomini in campo. L’Udinese ricomincia con coraggio, sebbene il Lecce si faccia trovare sempre organizzato dietro. 

Al decimo della ripresa Umtiti chiede il cambio ed al suo posto entra Dermaku. Al minuto 67 Beto trova la rete del pareggio, sfruttando una disattenzione difensiva dei giallorossi. 

Ad un quarto d’ora dalla fine del match Baroni schiera Di Francesco e Ceesay per Strefezza e Colombo. Udinese e Lecce danno vita ad un finale di gara pazzesco: prima Gonzalez calcia a botta sicura ma trova sulla sua strada Bijol, mentre sul capovolgimento di fronte Deulofeu flirta con il vantaggio. 

A 5 minuti dal termine Oudin e Bistrovic subentrano a Banda e Gonzalez. Baroni ha utilizzato tutti i cambi ma Dermaku si accascia ed il Lecce resta in 10 nel finale di gara. 

Dopo 5 minuti di recupero e due grandi occasioni per l'Udinese il direttore di gara decreta la fine del match.