GUARDA LA LIVE TWITCH 💜

Offerta da
DICHIARAZIONI

Pasquale Bruno: ecco per chi tifo

Scritto da Andrea Sperti  | 

Pasquale Bruno è stato uno degli ultimi difensori vecchia maniera ed infatti tifosi e compagni lo hanno soprannominato O’Animale. Nella sua lunga carriera il classe ’62 ha vinto una Coppa Uefa con la Juventus, nella stagione 1989-1990, e due Coppe Italia. Il nativo di San Cesario ha esordito con la maglia del Lecce, acquisendo con i giallorossi la fama di difensore goleador grazie alle 11 reti segnate nella sua esperienza con i salentini in Serie B. La Serie A, invece, l’ha conosciuta prima con la maglia del Como e poi con Juventus, Torino e Fiorentina.

Molti si sono chiesti quale sia la sua fede calcistica ed, in tal senso, è celebre la sua risposta nel 2013 a chi lo criticava per aver indossato sia la maglia dei bianconeri che quella del Torino: 

Io non sputo nel piatto dove ho mangiato: la Juve mi ha dato il successo, i soldi e la possibilità di conoscere alcuni grandi personaggi come l'Avvocato Agnelli e Boniperti. Quella maglia granata, però, mi è rimasta addosso per sempre”.

Anche in queste ultime ore Pasquale Bruno ha rilasciato un’intervista a Radio Bruno Toscana, svelando per chi fa davvero il tifo.  Ecco le sue dichiarazioni raccolte da fiorentinanews.com:

“Non sono antijuventino, ma quando giocavo alla Juventus avevo la maggior parte degli amici granata: a Torino quasi tutti tifano Toro. Poi è arrivata Firenze, e sappiamo tutti come sono concepiti i bianconeri qui. Ripeto, non me ne frega niente, però dopo queste due esperienze sono passato dalla parte viola e granata”. 

Pasquale Bruno non ha mai avuto paura di dire la sua verità, anche a costo di subire insulti e critiche via social, sebbene sia rimasto nel mondo del calcio da un lato differente rispetto a quello del terreno di gioco. 

Da quando ha terminato la carriera calcistica, infati, svolge principalmente la professione di intermediario: è socio, con Jason Ferguson, figlio di Alex, della Elite Sport Group, società di procure sportive a Manchester. Inoltre ha lavorato come commentatore televisivo per TELE+ e nella stagione 2010-2011 per Dahlia TV. Dal 2020 è spesso ospite a Tiki Taka - La repubblica del pallone, programma condotto da Piero Chiambretti su Italia 1.


💬 Commenti