LA DIFESA

Innesti, cessioni e infortuni: come cambia la difesa del Lecce

Scritto da Andrea Sperti  | 

La conferenza stampa di ieri, all’interno della quale Pantaleo Corvino ha parlato di mercato, è servita a tutti per avere le idee più chiare soprattutto riguardo ad un reparto: la difesa.

Corvino ha spiegato cosa accadrà in questo calciomercato, aggiornato la situazione riguardante le condizioni fisiche di Pongracic e Dermaku ed anche chiarito quali saranno le alternative per Baroni in caso di emergenza. Ecco di seguito le parole del Responsabile dell’area tecnica sull’argomento difesa:

“L'uscita di Cetin ci porta ad essere in 5 in difesa. Abbiamo avuto qualche contrattempo come Pongracic. Qui abbiamo annusato ci potesse essere qualche problema. Abbiamo avuto conferme mandandolo fuori, così abbiamo pensato fosse meglio fare un intervento piuttosto che una terapia conservativa. Pongracic mancherà 2 mesi, 2 mesi e mezzo. Tornerà per gli ultimi due mesi.

Speriamo Dermaku possa tornare. A gennaio non avremo le bende sugli occhi, se ci sarà qualcosa che ci potrà tornare utile, interverremo. Dermaku è in una fase di recupero, ci aspettiamo possa stare bene da un momento all'altro per essere d'aiuto come lo scorso anno. Non abbiamo una prognosi di 2 mesi come Pongracic, può tornare da un giorno all'altro. 

Abbiamo anche Blin che da difensore centrale ha fatto bene. Siamo a 15 giorni dalla chiusura del mercato e trovare difensori con la sostenibilità del Lecce è difficile. Tutti cercano su questi ruoli, non solo noi. Saremo con gli occhi aperti e se ci dovessero essere opportunità saremo pronti. Non crocifiggeteci se il mercato non dovesse offrire qualcosa adatto alle nostre possibilità”.

Insomma le specifiche di Corvino sulla situazione difensiva dei giallorossi sembrano esaustive. Il Lecce interverrà solo se dovesse esserci un’occasione da cogliere al volo, altrimenti il reparto è completo dato che Dermaku dovrebbe tornare da un momento all’altro. L’assenza di Pongracic, nonostante sia pesante, non dovrebbe quindi pesare sulle scelte di Baroni che, all’occorrenza, potrebbe decidere di puntare anche su Blin. Il francese, come detto, ha già giocato in quella porzione di campo ad inizio stagione nelle sfide contro Inter e Sassuolo e potrebbe tranquillamente svolgere quel ruolo con la stessa voglia ed energia con la quale gioca al centro del campo.

Il mercato durerà ancora 12 giorni e siamo certi che il Lecce sarà vigile, pronto a non lasciare nulla al caso per non rischiare di compromettere quanto di buono fatto fino ad ora.