header logo

Lecce e Fiorentina si affrontano per la ventitreesima giornata di Serie A. Nei giallorossi in porta c’è Falcone; in difesa Gallo, Pongracic, Baschirotto e Gendrey; a centrocampo Kaba, Blin e Oudin; in attacco Banda, Krstovic e Almqvist.

Lecce-Fiorentina, la cronaca del primo tempo

Primi cinque minuti di assoluta marca voglia. La formazione ospite tiene il pallino del gioco ma non riesce a sfondare ed a trovare un pertugio nella difesa giallorossa. 

Al decimo minuto il Lecce si iscrive alla partita: colpo di testa di Kaba che si stampa sulla traversa e miracolo di Terracciano sulla respinta a botta sicuro di Almqvist. 

Al minuto 16 episodio da Var: il direttore prima concede un calcio di rigore per atterramento di Almqvist ma dopo una revisione si decide per una punizione dal limite. Sugli sviluppi del calcio di punizione Oudin batte Terracciano e porta in vantaggio i giallorossi. 

5 minuti più tardi ancora Lecce ed ancora palo, questa volta di Krstovic. Anche in questa occasione Terracciano non avrebbe potuto fare nulla. 

A 10 minuti dalla fine occasione Fiorentina: Biraghi serve Faraoni dall’altra parte ma l’ex Verona non inquadra lo specchio da buona posizione.

Krstovic contro Ranieri

Lecce-Fiorentina, la cronaca del secondo tempo

La partita ricomincia con 3 cambi in casa Fiorentina: Belotti, Mandragora e Milenkovic per Bonaventura e Martinez Quarta. 

Al terzo minuto Krstovic spreca una clamorosa occasione da gol, calciando a lato da ottima posizione. Un minuto più tardi pareggio Fiorentina con un super gol di Mandragora, rasoiata imparabile per Falcone. 

Al minuto 18 occasione clamorosa per il Lecce, ma Banda calcia addosso Terracciano, vanificando un’ottima giocata di Krstovic. 

Incredibile ma vero: errore di Falcone e vantaggio viola con Beltran,  che sfrutta un grossolano errore del portiere giallorosso.

D’Aversa corre subito ai ripari ed inserisce Piccoli per Oudin. 3 minuti più tardi Dorgu e Gonzalez rilevano Kaba e Gallo. Come ultimo cambio D’Aversa inserisce Sansone per Banda. 

A 3 minuti dalla fine doppia occasione Fiorentina: prima traversa di Belotti in acrobazia e poi occasione clamorosa sprecata da testa di Nico Gonzalez. 

Al minuto 90 Roberto Piccoli fa impazzire di gioia il Via Del Mare per il gol del 2 a 2. Nulla in confronto a quello che succede un minuto dopo con la sassata di Dorgu che porta i giallorossi sul 3 a 2 e butta giù porta e stadio. 

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Sticchi Damiani: "Dorgu-Gonzalez: è questo il nostro messaggio. Ringrazio chi ci sostiene"