header logo

Salernitana e Lecce si affrontano per il ventinovesimo turno di campionato. Entrambe reduci da un momento estremamente complicato e insidioso della loro stagione, hanno l'obbligo di rifarsi per portare a casa un risultato positivo in ottica salvezza. Per il Lecce, del nuovo tecnico Luca Gotti, gli undici titolari sono: Falcone in porta; Gallo, Pongracic, Baschirotto e Gendrey in difesa; Oudin, Ramadani e Blin a centrocampo; infine Almqvist, Krstovic e la novità Piccoli (al posto dello squalificato Banda) in attacco.

Cronaca primo tempo

Salernitana-Lecce

Al 14esimo i granata hanno la prima occasione del match con Lirola che approfitta del cross di un compagno di squadra, incornando di testa a botta sicura, da posizione ravvicinata, ma trovando un attento Falcone, pronto a respingere al centro della porta e a salvare i suoi compagni; al 17esimo i giallorossi si portano in vantaggio: al termine di un'azione confusa e rocambolesca, Krstovic riesce ad approfittare, provando a spingere la sfera verso la porta, dopo un tiro di Almqvist, e trovando la deviazione, fortunata, di un difensore avversario, Gyomber, ultimo a toccare per il gol dell'1-0; al 24esimo la Salernitana sfiora il pareggio con Tchaouna che, servito dalla corsia di sinistra da Coulibaly, colpisce al volo, trovando ancora una volta un accorto Falcone, abile a deviare in calcio d'angolo la sfera; alla mezz'ora, cross preciso di Gallo dalla sinistra per Almqvist che colpisce al volo senza, però, impensierire il portiere; due minuti dopo è ancora lo svedese a rendersi primo attore ma il suo tiro, anche questa volta, viene bloccato dall'estremo difensore avversario; al 34esimo per i campani prova a rendersi pericoloso Basic, su calcio di punizione, ma la sfera termina alta sopra la traversa; al 41esimo ci pensa ancora una volta Falcone a proteggere la porta, respingendo da posizione ravvicinata un tiro di Maggiore. 

Seguici su Twitch per non perdere le nostre trasmissioni in diretta
Gotti: "Tre punti salutari. Piccoli con Krstovic? Non volevo privarmi di chi può far gol"