COMUNICATO UFFICIALE

La Lazio condanna gli ululati razzisti: la nota

Scritto da Filippo Verri  | 

Ha fatto il giro del mondo la brutta figura di alcuni tifosi presenti nel settore ospiti del Via del Mare in occasione di Lecce-Lazio, i quali hanno intonato ululati razzisti nei confronti di Lameck Banda e Samuel Umtiti. La notizia sta facendo molto scalpore, così il comunicato ufficiale della Lazio si è fatto attendere meno di 24 ore.

Durante la partita Lecce-Lazio, l’arbitro è stato costretto ad interrompere la partita a causa di ululati razzisti nei confronti di un giocatore della squadra di casa. La S.S. Lazio ha sempre contrastato con tutti i mezzi a disposizione ogni forma di razzismo e discriminazione, mettendo in campo iniziative volte a reprimere tali fenomeni, sensibilizzando i propri tifosi su questo tema e agendo nelle sedi preposte a tutela della propria immagine.

La S.S. Lazio anche oggi condanna chi si è reso protagonista di questo gesto deprecabile, vergognoso e anacronistico e offrirà come sempre la massima collaborazione alle autorità per individuare i responsabili. I tifosi della Lazio non sono razzisti e non possono essere associati a pochi individui che ledono gravemente l’immagine del club.

Come anticipato, reazioni social da tutto il mondo.

Il tweet della Nazionale francese di calcio:

Tutto il nostro supporto a @samumtiti e al suo compagno di squadra Lameck Banda, vittime di insopportabili canti razzisti durante l'ultima partita con il Lecce contro la Lazio Roma.
Siamo con te Sam 💙🤍❤️

La presa di posizione del Barcellona:

L'FC Barcelona dà tutto il suo sostegno a Samuel Umtiti e conferma la sua totale opposizione a qualsiasi segno di violenza, razzismo, xenofobia e intolleranza.

Il messaggio del suo ex compagno Blaise Matuidi:

Pieno supporto a mio fratello @samumtiti ❤️ Dobbiamo svegliarci!!! Siamo nel 2023. Facciamo qualcosa @SerieA ✊🏾 #NoToRacism

Su Instagram, inoltre, le parole al miele del presidente FIFA Infantino.