header logo

Se i tifosi del Lecce avevano un sogno alla vigilia di questo campionato, siamo pronti a scommettere che al momento sembrerebbe essersi realizzato: avere un attaccante goleador per sognare e da farsi invidiare. 

Nikola Krstovic corrisponde alla realtà, non ad un sogno, perché le tre reti realizzate nelle sue prime tre partite non sono poi così eteree. Questo dato statistico lo consegna alla storia come il primo centravanti del Lecce ad andare a segno nelle prime tre gare di campionato ma anche come leader dei centravanti della Serie A. 

Krstovic è il calciatore che ha la media gol più alta con 3 reti in 166 minuti, cioè un gol ogni 55 minuti. Meglio di Dybala che ha segnato 2 reti in due partite, ma anche di chi è già a quota 5 reti come Lautaro Martinez, o a 4 come Giroud e Vlahovic. Il rapporto reti fatte in minuti giocati tradisce i big di questo campionato: il bomber dell'Inter è a quota 1 gol ogni 69,8 minuti di gioco, mentre i bomber di Milan e Juventus sono rispettivamente a 60,5 e 81,75.

Insomma, il calcio di rigore siglato all'U-Power Stadium ha salvato la statistica del giovane montenegrino, reduce dal doppio match con la sua Nazionale e per questo visibilmente in affanno nel secondo tempo di Monza-Lecce. 

Statistiche e numeri che testimoniano solo quanto di buona fatto già vedere da Krstovic in questo avvio di stagione e che non vogliono prevedere il futuro. I tifosi del Lecce siano però felici perché il loro desiderio sembra essersi esaudito: il Lecce ha un nuovo bomber.

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"