header logo

Chi è Alessandro Doga

Alessandro Doga, ex calciatore professionista, ha avuto una carriera ricca di esperienze nei diversi club italiani. Nato calcisticamente nella Sampdoria tra il 1993 e il 1995, non ha mai calcato il campo in partite ufficiali con la maglia blucerchiata. La sua carriera da giocatore ha preso slancio nel 1995 quando è stato trasferito al Prato, dove ha collezionato 56 presenze fino al 1997, senza però segnare reti.

Il suo trasferimento alla Fidelis Andria nel 1997, squadra di Serie B, ha segnato un punto di svolta. Sotto la guida di mister Papadopulo, Doga è diventato un elemento chiave della formazione, totalizzando 32 presenze su 38 partite nella stagione 1997-1998 e contribuendo al dodicesimo posto finale della squadra.

Nel 1998, Doga è stato acquistato dal Lecce, dove ha giocato 22 partite sotto la direzione di mister Sonetti. La sua permanenza a Lecce è stata seguita da un breve passaggio al Chievo nell’estate del 1999, dove ha vissuto una stagione difficile, con la squadra che ha terminato il campionato vicino alla zona retrocessione.

La svolta è arrivata con il trasferimento al Livorno nell’estate del 2000. Qui, Doga ha trascorso cinque anni, segnando il suo primo gol il 15 dicembre 2002 contro il Cosenza e il suo ultimo gol il 13 marzo 2005 contro il Brescia, squadra contro cui ha anche segnato il suo primo gol in Serie A.

Nell’estate del 2005, si è trasferito al Mantova, dove è rimasto fino al 2008, segnando 2 gol nella stagione 2006-2007 e 3 nella stagione 2007-2008. Il suo ultimo gol in carriera è stato segnato su rigore l’8 marzo 2008 contro il Modena.

Dopo una breve esperienza all’Arezzo, Doga ha concluso la sua carriera da giocatore alla Carrarese. Al termine della stagione 2010-2011, ha annunciato il suo ritiro dal calcio giocato per intraprendere la carriera da allenatore. 

Nel 2011, è diventato allenatore dei giovanissimi nazionali del Livorno e dal 2012 ha assunto il ruolo di responsabile del settore giovanile del Livorno Calcio, portando la sua esperienza e passione per il calcio alle nuove generazioni.

Bentivogli su Rodriguez: "Avevamo la sensazione di aver preso un giocatore in grado di fare la differenza in B"
D’Aversa ripartirà dalla Serie B: presa la decisione

💬 Commenti