header logo

Il passato prima o poi torna e lo fa sempre quando meno te lo aspetti. Chissà se Eugenio Corini, ex allenatore del Lecce ora al Palermo, alla vista del calendario 9 mesi fa avrebbe immaginato una sfida così importante contro il suo Brescia, la squadra per la quale ha sempre fatto il tifo, che qualche anno fa ero riuscito anche a portare in Serie A e che lo scorso anno ha provato a riportare nel massimo campionato.

Il destino ha giocato un brutto scherzo all’allenatore che, sulla sua strada, troverà anche 3 ragazzi che conosce bene, per averli allenati proprio durante la sua esperienza salentina. Parliamo di John Bjorkengren, Marcin Listkowski e Pablo Rodriguez, giovani di qualità sui quali Corini ha puntato nel corso di quella stagione vissuta con il club giallorosso.

Il centrocampista svedese, parecchio impiegato anche in questo Brescia, con l’allenatore lombardo ha trovato maggiore spazio nella seconda parte di stagione, dopo un ambientamento tutt’altro che semplice. Pablo Rodriguez, invece, in quella stagione ha segnato come mai nella sua pur breve carriera. Lo spagnolo è stato schierato probabilmente nel ruolo più congeniale alle sue caratteristiche ed ha ripagato la fiducia di Corini a suon di gol e grandi giocate. Diverso, invece, il rendimento dell’esterno polacco Listkowski, sempre altalenante nelle prestazioni e fermato poi da qualche problema fisico di troppo in quella sfortunata annata.

Ora, a distanza di diverso tempo, si ritroveranno di fronte. I tre ragazzi pronti a difendere con le unghie e con i denti la categoria, mentre Eugenio con l’obiettivo di agguantare i playoff, un risultato sorprendente e positivo per come si era messa la classifica ad un certo punto.

Da Lecce faremo il tifo per tutti, nella speranza soprattutto che i tre gioiellini si mettano in mostra e tornino alla base con un bagaglio arricchito di esperienza e maggiore consapevolezza nei propri mezzi. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"