SIAMO LIVE! 👇🏻 ISCRIVITI AL CANALE TWITCH 💜 E ABBONATI CON PRIME: É GRATIS!

Offerta da
4 STORIE

Nel Girone C di Serie C c'è ancora parecchio Lecce

Scritto da Andrea Sperti  | 

Dopo la promozione del Lecce nella stagione 2017-2018, tantissimi tifosi giallorossi hanno deciso di non seguire più il Girone C della Serie C, tanto è stato difficile scappare da quel torneo.

In realtò, però, noi siamo appassionati di calcio e, soprattutto in questo periodo di stop causa Mondiale, abbiamo visto qualche partita e visionato la classifica marcatori di quel campionato, accorgendoci che nelle prime posizioni ci sono tanti ragazzi che sono collegati alla nostra città e/o alla nostra maglia.

Alle spalle di Pietro Iemmello e Tommaso Biasci, bomber della capolista indiscussa Catanzaro, troviamo Facundo Lescano, Giancarlo Malcore e Cosimo Chiricò. Il primo, argentino d’origine ma salentino nell’animo, è cresciuto proprio nella nostra terra ma non ha mai giocato con il Lecce. La sua carriera è partita da lontano, con le maglie di Torino e Genoa che gli hanno permesso di coronare quel sogno chiamato Serie A. Adesso indossa la casacca del Pescara, una nobile del nostro calcio che, anche grazie ai gol di Lescano, sta provando a risalire in cadetteria.

Giancarlo Malcore, invece, ha giocato ed esordito con il Lecce, lasciando il segno soprattutto nelle selezioni giovanili. Poi, ad un certo punto, dopo aver disputato anche delle stagioni in Serie B, ha deciso di ripartire dall’Audace Cerignola. Lo scorso anno, in Serie D, ha trascinato a suon di gol la squadra alla promozione, mentre in questa stagione ha timbrato il cartellino già 7 volte, con un gol nel derby contro il Foggia destinato a rimanere nella storia di questo club.

Poi c’è Cosimo Chiricò. Il talento brindisino tutto estro e fantasia ha vissuto un rapporto parecchio controverso con i tifosi giallorossi ed ora a Crotone pare aver trovato la sua dimensione. 7 gol, tante giocate e pericoli costanti creati alle retroguardie avversarie che, in tante occasioni, non sanno davvero come fermarlo. 

Infine, merita una menzione anche Salvatore Caturano. L’ex bomber giallorosso ora milita nel Potenza ed ha segnato già 6 gol, nonostante i lucani abitino posizioni di classifica poco esaltanti. Sasà ha sempre realizzato reti con grande regolarità ed a Lecce ha lasciato un ottimo ricordo, anche per via dell’attaccamento dimostrato ai nostri colori.

Insomma, 4 bomber, 4 storie diverse con 4 obiettivi diversi. Tutti questi protagonisti hanno un legame con il Lecce, qualcosa che tiene loro legati a questi colori al di là della categoria nella quale militano adesso.