UOMO AVVISATO MEZZO SALVATO

Criscitiello: “La fuga di Inzaghi dalla Lazio, ricorda quella di Liverani a Lecce. Ma poi...”

Scritto da Redazione  | 

All’Inter in  una settimana siamo passati dalla festa alla ricostruzione e la sensazione è che almeno due pezzi da novanta dovranno essere sacrificati. Simone Inzaghi è bravo, nessuno lo discute, ma sarà alla prima esperienza in cui metterà il becco fuori casa. Alla Lazio aveva anche le chiavi di Formello e aveva alle spalle una proprietà forte e un DS bravissimo. All'Inter, come unico sostegno, avrà Beppe Marotta, che sicuramente non lo difenderà come ha fatto con Conte, non essendo un suo uomo storico. Attenzione: nel calcio certi comportamenti si pagano. Simone aveva dato la parola a Lotito, giusto o sbagliato che sia, qualche ora prima c'era stata la stretta di mano. La fuga di Simone Inzaghi ricorda, nel piccolo, Liverani e il Lecce di un anno fa. Sappiamo come sono andate le cose a Parma per Liverani. Tradotto: il destino a volte si mette di traverso quando ci sono comportamenti sul filo del fuorigioco”.

Così Michele Criscitiello, giornalista di Sportitalia, nel suo editoriale su TuttoMercatoWeB.


💬 Commenti