header logo

Avrebbe abusato della cognata, una bambina di soli 14 anni, per molto tempo fino al 2022 per esattezza. E’ accaduto nel Salento. L'uomo, un 30enne che viveva insieme con la sua fidanzata, è attualmente indagato.

La piccola vittima ha alla fine deciso di riportare tutto alla mamma. Questi fatti sono avvenuti in un paese del Salento e ora il 30enne è implicato in un'indagine e rischia di essere messo sotto processo, con l'udienza preliminare stabilita per il prossimo 5 ottobre. Dapprima, la 14enne aveva sopportato gli abusi, pensando di poter vivere una storia d'amore con un uomo più maturo, sebbene fosse il fidanzato di sua sorella.

Però, gli abusi sono poi divenuti intollerabili. L'uomo la ispezionava in modo angoscioso, andando a prenderla a scuola e forzandola a non indossare abiti scollacciati o corti e a non avere incontri con altri ragazzi. L’adolescente ha alla fine trovato la forza di riferirlo alla madre, che abitava nella stessa casa dell'uomo.

Successivamente che il contesto è emerso, la compagna del 30enne aveva deciso di separarsi dall'uomo, ma poi è tornata sui suoi passi ed ha traslocato con lui in un'altra abitazione.

Protezione dei minori contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali

Da diversi anni è stata istituita dal Consiglio d’Europa (CoE) nel 2015 la giornata europea per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali. Un’occasione importante per riflettere su un fenomeno che ha conseguenze pesantissime sulla salute e sul futuro dei bambini e degli adolescenti.

Il Dipartimento per le politiche della famiglia si occupa anche di prevenzione e contrasto della violenza sui minori e delle diverse forme di abuso sessuale a loro danno, attraverso numerose azioni. Tra queste, si ricorda la redazione della Relazione che il Presidente del Consiglio dei Ministri presenta annualmente al Parlamento (ai sensi dell’articolo 17 della legge 269/1998), realizzata con il supporto tecnico dell’Istituto degli Innocenti, che contiene le informazioni sulle azioni svolte da tutte le pubbliche amministrazioni relative a prevenzione, assistenza e tutela delle persone di minore età dallo sfruttamento e dall’abuso sessuale.

Il Dipartimento, inoltre, presiede l’Osservatorio per il contrasto della pedofilia e della pornografia minorile, istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2006 con il principale compito di acquisire e monitorare i dati e le informazioni relativi alle attività svolte da tutte le pubbliche amministrazioni in materia di prevenzione e repressione del fenomeno dell’abuso e dello sfruttamento sessuale di bambini e ragazzi.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"