SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
STOP ALLE OFFERTE

Nessuno aveva intenzione di privarsi dei pezzi pregiati della rosa

Scritto da Andrea Sperti  | 

Pantaleo Corvino, responsabile dell'area tecnica giallorossa, nella conferenza stampa di presentazione di Ragusa e Plizzari, ha fatto anche il punto della situazione riguardo al calciomercato appena conclusosi.

Il Lecce, infatti, ha ceduto 5 giocatori, acquisendone altri 5, sebbene nelle intenzioni della società le cessioni sarebbero dovute essere 8.

Nelle settimane di mercato si è parlato molto dell'interesse di Atalanta, Sassuolo e Torino nei confronti di Strefezza, vero leader tecnico della formazione giallorossa. I granata, a dir la verità, hanno effettuato qualche sondaggio anche per Gendrey e Hjulmand ma hanno trovato sempre la porta sbarrata, visto che Corvino è stato chiaro fin dall'inizio.

In effetti non aveva alcun senso cedere in questa sessione di mercato calciatori determinanti per il presente e possibili plusvalenze nell'immediato futuro. 

Nelle prossime 18 partite i giallorossi dovranno provare in tutti i modi a raggiungere la Serie A per poi mettersi in mostra con questa maglia anche nel massimo campionato italiano. Lecce è stato da sempre trampolino di lancio per tanti possibili talenti ma adesso questa società vuole che diventi anche un punto di arrivo per i giovani calciatori. 

"I nostri pezzi pregiati? Confermo quanto non abbiamo smentito in passato, ovvero l’interesse di diversi club per Strefezza, Gendrey e Hjulmand. Non vogliamo propagandare le richieste degli altri, altrimenti dovrei parlare anche degli interessi che abbiamo ricevuto per Dermaku ed Helgason. Noi con i nostri tesserati siamo stati chiari. Noi non vogliamo privare il nostro club in questa posizione di classifica di risorse importanti. La società ha fatto sforzi importanti per non cadere in facili proposte. Quando non vuoi cedere un calciatore fai in modo che il calciatore diventi irraggiungibile".


💬 Commenti