header logo

Il tecnico Roberto D'Aversa è intervenuto ai microfoni della sala stampa nel post-partita di Lecce-Genoa, impegno valevole per la quinta giornata del girone d'andata del campionato di Serie A.

A DAZN: "Era una partita delicata, il Genoa veniva da un periodo positivo. Ho chiesto ai ragazzi di cercare il risultato con il massimo equilibrio. Siamo stati bravi a pazientare per poi colpire e portare a casa un risultato pieno che è strameritato. Stiamo lavorando dal primo giorno per ottenere il massimo, dobbiamo continuare a lavorare con entusiasmo, senza lasciarci andare all'euforia. 

Sappiamo il nostro obiettivo, sappiamo che ora occupiamo una posizione in classifica meritata, continuiamo a lavorare giorno per giorno. Il premio di allenatore del mese va condiviso coi miei ragazzi, è merito loro e della società che ha allestito questa squadra, pensiamo al presente e alla partita di martedì sera contro la Juventus. 

Dobbiamo andare alla ricerca della prestazione indipendentemente dall'avversario, affronteremo una squadra fortissima come la Juve ma dobbiamo andare in campo per divertirci. Quando subentrano dei ragazzi e fanno gol vuol dire che nella rosa c'è qualità, chi parte dall'inizio e chi entra gioca per il bene della squadra. La classifica? Domattina la farò trovare capovolta".

Sulla partita

“Ai ragazzi ho chiesto di scendere in campo per fare risultato: bisognava essere equilibrati. Affrontavamo una squadra che difende bene e sa fare le ripartenze grazie a giocatori di gamba. La squadra si è ben comportata, il gol è arrivato in una situazione da fuori area ma è anche normale quando affronti una gara che non concede molti spazi”.

Sull'organico

“Innanzitutto diamo merito a Touba che ha fatto una grandissima partita; poi in Serie A le rose sono ampie perché devono esserci due giocatori per ruolo. La società ha fatto un ottimo lavoro prendendo Touba. Sono contento sia per lui sia per gli altri; sono riuscito a far entrare Oudin e anche Piccoli ha fatto bene.

 Sono dispiaciuto per i ragazzi che si allenano duramente in settimana ma non sono riuscito a mettere dentro. Corvino è un maestro, portare Krstovic è stato importante, così come portare Piccoli. Alla rosa si abbina il lavoro quotidiano della squadra".

Sull'aggressività

“Alla squadra piace molto aggredire in avanti ed è giusto mantenere questa caratteristica. Per quanto riguarda l'interpretazione della gara, quando abbiamo il pallone stiamo cercando di migliorare dal punto di vista realizzativo e della costruzione di gioco. Nel primo tempo non mi è piaciuto che si sia smesso di partire dal basso, dobbiamo giocare palla a terra sfruttando le catene”.

Sull'eventuale turnover

“Domattina valuteremo tutte le situazioni. Quando si prepara una gara solitamente si preparano tante partite nella stessa partita… possono accadere tante variabili. Si cerca di sfruttare al meglio le proprie caratteristiche e di colpire i punti deboli dell'avversario”.

Sul percorso

“Mi rende orgoglioso vedere i ragazzi in allenamento, devo dire che non mi è mai successo di rimproverarli sull'atteggiamento o sulla professionalità. Il nostro pubblico ci sta spingendo sin dal primo giorno e fare risultati così è bello per tutti. Dobbiamo continuare a essere uniti e compatti per portare a casa il risultato”.

Sulle sostituzioni

"Volevo dare un input ai miei giocatori. In parità numerica è impensabile giocare come abbiamo finito. Oudin ha sbagliato i primi due/tre appoggi ma è normale, non giocava da diverso tempo. Avere due esterni come Almqvist e Sansone che ti garantiscono la fase difensiva ti permette di sfruttare i due attaccanti sui cross. Con i cambi volevo dare il messaggio: andare a vincere la partita".

Su Strefezza

"Sta bene, ha fatto un'ottima partita come gli altri. Il risultato pieno stasera è arrivato per merito di tutti".

Sulla classifica

"Domani nello spogliatoio la capovolgo, così rimaniamo tutti con i piedi per terra".

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"