SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
IL PUNTO

Corvino: "Non arriveranno giocatori del Chievo. Mercato in entrata? Vi spiego la strategia..."

Scritto da Pierpaolo Verri  | 

Pantaleo Corvino è intervenuto a margine della presentazione di Valentin Gendrey per fare il punto sul mercato del Lecce. Di seguito le sue dichiarazioni.

“Gendrey è un giovane che va ad alimentare il nostro spirito, che è quello di arricchire il club di calciatori di proprietà. Valentin è un ragazzo cresciuto nell’Amiens, vent’anni fa da lì presi Coqu, portiere che vinse tre titoli italiani con la primavera. Gendrey stato nazionale francese con quattro presenze nell’under 18, non è da poco perché le nazionali francesi sono ricche di ottimi giocatori. Nella scorsa stagione ha disputato ventuno gare in Ligue 2. Ha firmato un contratto di tre anni con opzione per altri due. Lui è un ragazzo che ha il 65% di vocazione difensiva e il 35% di vocazione offensiva. Non è un giocatore che arriva a fondocampo, in quel ruolo ci saranno gli esterni offensivi. Ha buon piede ed è determinato nella fase difensiva, anche nel gioco aereo si fa rispettare ed è determinato nei contrasti. Per essere un 2000 ha aspetti da migliorare ma ha l’età per farlo. Deve avere maggiore concentrazione rispetto al gioco italiano. Credo abbia margini di crescita importanti in un campionato come il nostro”. 

“Per quanto riguarda le cessioni sono usciti Dubickas, Pierno, Calderoni e Zuta. Ci saranno le uscite di un portiere, tre marcatori, un esterno difensivo e un esterno offensivo. Sul fronte giovani confermiamo l’uscita di Maselli, per farlo giocare in prestito. Aspettiamo il mister che ci dia delle conferme su quella che può essere la situazione di Monterisi. Con il mister faremo delle considerazioni, se possono esserci anche altri giocatori in uscita”. 

“Per quanto riguarda le entrate siamo alla ricerca di un marcatore. Possono essere uno o due, a seconda di cosa dirà il mister di Monterisi. Su Vera vedremo quali saranno le considerazioni del mister. In attacco arriveranno due esterni. Giocheremo con un solo attaccante, ne abbiamo due che sono Coda e Rodriguez. La stagione sarà lunga e difficile, ci vorrà anche un terzo centravanti”. 

“Non arriveranno giocatori dal Chievo. Quando ci sono giocatori in questa posizione è vero che non ci sono spese di cartellino ma ci sono costi di ingaggi e spese per agenti. Non possiamo mettere dentro la squadra ingaggi alterati. Sono giocatori che arrivano non a costo zero, perché un giocatore che si svincola tende ad alterare il suo ingaggio”. 

“Quest’anno stiamo facendo gli straordinari. Non stiamo lesinando sforzi. Sappiamo benissimo che se l’allenatore può lavorare presto con l’organico al completo si arriva al meglio all’inizio del campionato e il nostro avvio di stagione sarà molto impegnativo. Stiamo cercando di dare al tecnico la rosa quasi al completo dal punto di vista del mercato in entrata. Sul mercato in uscita stiamo dando linee guida da tempo, non saremo condizionati da nulla. Abbiamo le nostre idee e dobbiamo perseguirle. Se alla fine ci troveremo con giocatori in più ci sarà qualcuno fuori lista, è una cosa che dobbiamo mettere in preventivo”.