GUARDA LA LIVE TWITCH 💜

Offerta da
CURIOSITÀ

Il Lecce della stagione 2004/2005 non potrebbe giocare in A: ecco perchè

Scritto da Andrea Sperti  | 

Come riportato da Calcio & Finanza, adesso è ufficiale: dalla prossima stagione in Serie A saranno vietate le divise di colore verde. Oggi, infatti, la Lega Serie A ha rilasciato il regolamento per le divise da gioco della stagione 2022/23, che verrà applicato alle competizioni ufficiali organizzate dalla Lega. Nell’articolo 2, in cui si parla dei colori che le squadre possono utilizzare, al paragrafo 1 emerge una nuova regola: dalla stagione 2022/23, sarà vietato il colore verde nelle divise da gioco per i calciatori in movimento.

“Ogni Società deve disporre di una prima divisa da gioco, con i propri colori ufficiali, che dovrà utilizzare nelle partite interne e nelle partite esterne in cui non vi sia confondibilità di colori con la squadra avversaria, e di una seconda divisa (più eventuali altre), che dovrà essere notevolmente diversa ed in contrasto con la prima. A titolo esemplificativo, si considerano notevolmente diverse ed in contrasto tra loro, le divise da gioco che non generano confondibilità di colori se indossate da due squadre contrapposte. 

Se una divisa è prevalentemente scura, l’altra deve essere prevalentemente chiara, oppure se una maglia è cerchiata, fasciata, a quadri, l’altra non deve contenere nessuno dei colori presenti nella prima, se non come richiamo. Le squadre devono avere almeno due divise portieri chiaramente in contrasto tra loro ed in contrasto con le divise dei calciatori di movimento. È vietato l’utilizzo di divise da gioco di colore verde per i calciatori di movimento”.

La regola era stata anticipata nel regolamento della scorsa stagione, in modo da permettere ai club di muoversi di conseguenze. Il motivo, infatti, è di natura televisiva: si vuole evitare che il colore delle divise sia troppo simile a quello del campo, confondendo il telespettatore.

Allo stesso tempo, anche gli spettatori allo stadio e gli ufficiali di gara potranno godere di un maggior contrasto tra le divise e il terreno di gioco. 

Per il resto, se vengono utilizzati più di tre colori, uno deve essere chiaramente dominante sulla superficie della maglia, dei pantaloncini e dei calzettoni, e gli altri colori chiaramente secondari. 

Il Lecce nella sua storia recente ha avuto la terza maglia quasi sempre di colore blu (nei campionati 2009-10, 2010-11 e 2011-12 c'è stata una variante nera), tranne nelle stagioni 2004-05 e 2007-08, in cui la squadra aveva una particolare maglia di colore verde, indossata durante la stagione anche dai portieri. Nel 2004-2005 militava in Serie A con Zeman mentre nella stagione 2007-2007 in Serie B con Papadopulo in panchina. 


💬 Commenti