header logo

Dopo l'errore nel primo tempo, dove era riuscito nell'"impresa" di sbagliare da pochissimi metri il gol del momentaneo 1-2, facendosi ipnotizzare da Maignan, nella ripresa si rifà segnandone uno ancor più importante: al termine di una conclusione, precisa sul palo lontano, Lameck Banda si fa perdonare realizzando la rete del definitivo pareggio nell'ultima sfida di campionato contro il Milan di Pioli, trovando la prima gioia stagionale.

L'ultima volta che il ragazzo zambiano è riuscito a gonfiare la rete, risale allo scorso 4 giugno, nell'ultima sfida di campionato (con Baroni ancora in panchina) contro il Bologna: anche in quella circostanza, fu protagonista di un gran bel gol, al termine di una giocata collettiva nella quale era riuscito a concludere in modo accurato ed efficace, beffando l'estremo difensore avversario. 

Lameck Banda

In 46 partite ufficiali con la maglia giallorossa, Banda ha realizzato 3 gol e 6 assist con una media pari a 0.06

Dotato di una buona tecnica individuale, Lameck fa della velocità uno dei punti di maggiore forza. Bravo nello stretto con il pallone tra i piedi, quando in giornata, sa rendersi imprevedibile e determinante, garantendo superiorità alla manovra offensiva dei suoi compagni, con i suoi dribbling, spesso ubriacanti, che disorientano le difese avversarie.

Quest'anno è stato fermato da un infortunio che lo ha tenuto lontano dal rettangolo verde per alcune settimane ma, ora che si è ripreso, è tornato a piena disposizione del suo allenatore che potrà, nuovamente, contare sulla sua presenza in campo e le sue doti tecniche. 

Spesso lo si menziona a causa della sua poca incisività negli ultimi metri davanti alla porta e questo sicuaramente lo penalizza, e non poco, non facendogli fare quel definitivo “salto” di qualità che noi tutti ci auguriamo possa fare il prima possibile, considerando le sue capacità e il potenziale a disposizione.

Il gol contro il Milan è certamente un segnale positivo ma nulla ancora è stato fatto. La sfida dopo la sosta contro il Verona, sarà certamente un interessante banco di prova per vederlo nuovamente in azione, sperando che possa continuare a essere incisivo per i suoi personali obiettivi ma, soprattutto, per quelli della squadra in vista di quello principale della salvezza da dover raggiungere il prima possibile.

 

Come sarebbe cambiata la stagione di Piccoli con la convalida del gol?
Scommesse, “betting partner” in Serie A: un fenomeno in crescita