header logo

Massimo Grillo, agente di Assan Ceesay, ai microfoni di PianetaLecce fa chiarezza sulla trattativa con l'Al-Fayha.

L'atteggiamento di Assan Ceesay

"Sin da subito abbiamo fatto scudo attorno ad Assan per farlo stare più tranquillo e sereno possibile nel prendere una decisione che deve essere ben ponderata. È una decisione che spetta al ragazzo ed alla sua famiglia, noi vagliamo le clausole contrattuali. Assan è sempre stato lineare, professionale e molto chiaro. Sottolineo che è sereno e tranquillo: noi stiamo preservando la sua serenità contro "pressioni" esterne che puntualmente ci sono in questo tipo di trattative”.

La trattativa Ceesay-Arabia

“I club arabi erano due: uno ha accettato le richieste del Lecce, mentre il secondo si è fermato ad uno step antecedente. Tra l'altro una proposta l'ho portata direttamente io. Un'offerta è stata più alta ed è proseguita. Abbiamo seguito in silenzio la prima fase, ovvero quella del dialogo tra i due club, perchè non era di nostra competenza.

Successivamente, una volta trovato accordo tra club, è partito il dialogo con noi. Un dialogo che dovrà avere il suo fisiologico processo, come accade in tutte le trattative. Nelle articolazioni di un qualsiasi contratto è richiesta attenzione, a maggior ragione se si tratta di un club arabo, poiché parliamo praticamente di una novità sullo scenario internazionale".

Ceesay-Arabia, problemi economici?

“Smentisco qualsiasi cifra. Le cifre le conosciamo noi perchè ci è stata fatta una proposta. In ogni caso, se il problema fossero le cifre, saremmo a 5 secondi dall'accordo. Tra quello che ha chiesto Assan e quanto proposto dal club la distanza è minima. Semplicemente ogni trattativa ha un processo, nel quale si guarda con la lente di ingrandimento tutto”.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"