header logo

A poco meno di due ore dall'inizio della nuova stagione, arriva, come un fulmine a ciel sereno, un grave lutto nel mondo del calcio: all'età di 86 anni si è spento uno dei più grandi allenatori del nostro Paese: Carlo Mazzone .

Ricordato per la sua schiettezza, la sua grinta e la famosa esultanza nel derby tra Atalanta e Brescia sotto la curva dei tifosi bergamaschi dopo il gol di Baggio, “Sor Carletto” è considerato una figura leggendaria in questo sport detenendo il record di panchine in serie A: ben 792 (spareggi esclusi) .

Nella sua lunghissima carriera, ha allenato l' Ascoli , la Fiorentina , il Catanzaro , il Bologna , il Pescara , il Cagliari , la Roma , il Napoli , il Perugia , il Brescia , il Livorno e anche il Lecce , allenando giocatori del calibro di Baggio , Totti e Guardiola , con il quale era legato da una profonda amicizia.

Con i giallorossi ha allenato dalla stagione 1986/87 alla stagione 1989/90 ottenendo una promozione e due salvezze nel massimo campionato italiano in 133 partite sullapanchina salentina. Grazie a Mazzone, il Lecce detiene il miglior piazzamento in classifica in Serie A, nella stagione 1988/89 con il raggiungimento del nono posto in classifica. Memorabile fu, inoltre, in quella annata la vittoria contro il Torino per 3-1 che mandò la squadra granata in Serie B dopo ben 25 anni grazie alle reti di Benedetti, Barbas e Paciocco.

L'anno successivo ottiene un'altra salvezza con i giallorossi piazzandosi al 12esimo posto in classifica.

 

 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"