ZONA NEVRALGICA

Lecce a La Spezia senza Hjulmand. Chi a centrocampo?

Scritto da Andrea Sperti  | 

Lo sapete, lo abbiamo già scritto e detto diverse volte: a La Spezia mancherà Morten Hjulmand al centro del campo. Il capitano giallorosso, infatti, era a rischio squalifica ed ha rimediato un cartellino giallo pesante nel match contro la Lazio, per fermare una discesa di Felipe Anderson.

Domenica, quindi, il tecnico Baroni non potrà contare sul forte mediano danese e dovrà trovare nuove soluzioni per il suo centrocampo. All’allenatore giallorosso non mancano di certo le alternative ed ora anche il ritorno di Bistrovic rappresenta un’ottima notizia in vista della prossima trasferta.

Con ogni probabilità, davanti alla difesa avrà licenza di agire Alexis Blin. Il francese, infatti, nasce come mediano di rottura ma in questo Lecce ha trovato spazio soprattutto da mezz’ala, un po' per necessità ed un po' perché Baroni difficilmente si priva di Hjulmand quando lo ha a disposizione.

A dire il vero, anche Bistrovic ed Askilsden possono giocare in quella porzione di campo, ma l’ex Amiens è in netto vantaggio su entrambi per le sue doti di interdizione, necessarie in una sfida che si preannuncia bollente.

Accanto a lui potrebbe esserci l’esordio dal primo minuto di Youssef Maleh. Il centrocampista italo-marocchino sta bene, si è allenato con costanza con la Fiorentina ed è pronto a scendere in campo dall’inizio per dimostrare il suo valore e presentarsi per davvero ai tifosi giallorossi che, lo scorso mercoledi, lo hanno visto per troppo poco tempo.

A completare il reparto, poi, dovrebbe esserci Joan Gonzalez. Contro la Lazio lo spagnolo ha corso per due ma a 20 anni l’entusiasmo annulla la fatica e siamo certi che anche in Liguria darà tutto ed ancora di più per questi colori.

Un centrocampo giovane insomma. Composto da giocatori di qualità e quantità, bravi nelle due fasi ed a legare il gioco. Per tornare a casa con punti importanti da La Spezia servirà giocare la partita perfetta, sbagliando il meno possibile contro un avversario che in casa si esprime al meglio delle sue possibilità.