header logo

I giallorossi continuano la loro preparazione in vista del prossimo impegno di campionato che si terrà questo sabato, allo stadio Via del Mare, contro il Torino di Ivan Juric

I salentini, del loro mister D’Aversa, non vincono dallo scorso 22 settembre (nella sfida giocata, davanti ai propri tifosi, per 1-0 contro il Genoa) e hanno conquistato due punti negli ultimi quattro precedenti prima della gara di domani contro i piemontesi, pareggiando contro Sassuolo e Udinese. 

Come arriva il Torino alla sfida contro i giallorossi?

Dall’altra parte i granata che, dopo il decimo posto della passata stagione, hanno l’obiettivo di confermare quanto di buono fatto nel precedente campionato, provando ad alzare l’asticella, avvicinandosi in maniera considerevole a posizioni di prestigio “europeo”, raggiungendo una qualificazione che manca, ormai, dal 2019.

In questo avvio di campionato, il Toro ha totalizzato 9 punti, frutto di due sole vittorie (contro Genoa e Salernitana) e tre pareggi (contro Cagliari, Roma e Verona). 

La sfida contro i giallorossi, pertanto, sarà fondamentale per tornare al successo che manca dallo scorso 18 settembre. 

Mercato

Quello dei granata, è stato un mercato di grandi investimenti caratterizzato dai riscatti di Ilic e Vlasic (che tanto hanno dato per questi colori lo scorso campionato, risultando spesso e volentieri decisivi) per una spesa complessiva di circa 30 milioni di euro. 

La partenza di Singo, in difesa, è stata prontamente rimpiazzata con gli arrivi di Bellanova e Soppy che rafforzano il reparto aggiungendo qualità e maggiori scelte tattiche al loro allenatore mentre l’acquisto di Tameze in mezzo al campo,  garantisce maggiore fisicità alla manovra della squadra. Infine, l’arrivo di Zapata completa un settore d’attacco già di per sé forte e competitivo con le presenze di Sanabria e del giovane Pellegri. 

Lecce-Torino

Zapata

A proposito di Zapata, per il centravanti colombiano il cambio di squadra (dopo cinque stagioni con la maglia dell’Atalanta) dovrà essere determinante dopo un periodo complicato caratterizzato da innumerevoli infortuni e stop muscolari che, specialmente nell’ultima annata, non gli hanno permesso di trovare la solita continuità di rendimento, cui noi tutti siamo sempre stati abituati, non riuscendo a fare la differenza come sperato. Con la Dea, nell’ultimo campionato, solo 2 gol in 25 partite, numeri ben lontani dalla sua media realizzativa, sempre stata al di sopra delle 10 marcature stagionali. Riuscirà a scacciare via i brutti pensieri che lo hanno attorniato nel suo ultimo periodo calcistico, ritrovando il feeling con il gol e tornando a essere decisivo per i suoi compagni? 

Probabile formazione

Juric spera di ritrovare Zapata al centro dell'attacco, a seguito dell'ennesimo infortunio del suo ultimo periodo calcistico. Per la porta nessun dubbio con Milinkovic-Savic tra i pali; in difesa potrebbe essere riproposta una linea a quattro, come già visto la scorsa settimana contro l'Inter, con Zima e Sazonov al centro, visto l'infortunio di Schuurs, e Bellanova e Rodriguez ai lati. In mezzo al campo Vlasic e Ricci potrebbero essere riconfermati, con Lazaro e Tameze che si giocherebbero una maglia da titolare per completare il reparto; infine, Demba Seck e Linetty dovrebbero agire alle spalle di uno tra Zapata, Sanabria e Pellegri. 

Lecce-Torino, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"