CURIOSITÀ

3 cose che forse non sai su Spezia-Lecce

Scritto da Andrea Sperti  | 

Domani scenderanno in campo Spezia e Lecce per la diciassettesima giornata del campionato di Serie A. Sarà uno scontro diretto bollente contro una squadra che gioca un ottimo calcio, soprattutto tra le mura amiche.

Oggi, in ogni caso, vogliamo migliorarvi la giornata raccontandovi 3 curiosità che riguardano questa sfida e che forse non sapete.

GIÀ PIÙ ASSENZE DELLO SCORSO ANNO

Lo scorso anno Morten Hjulmand ha saltato solo la partita contro il Benevento causa squalifica. In questa stagione, invece, il biondo centrocampista danese salterà già la sua seconda sfida in quel di La Spezia. Il classe ’99 non era in campo nel match del Via Del Mare contro la Fiorentina, per colpa del cartellino rosso rimediato all’Olimpico contro la Roma, e, come detto, non sarà in campo domani, in una sfida che il capitano giallorosso avrebbe voluto assolutamente giocare. L’aspetto positivo della vicenda? Lo ritroveremo ancora più pronto e riposato in campo contro il Milan

COLOMBO DA RECORD

Per farvi capire quello che sta facendo Colombo in queste ultime giornate vi leggiamo questa statistica riportata da Opta: “Tra chi ha segnato almeno 4 gol e servito almeno 2 assist nei 5 principali campionati europei in corso, solo Youssofa Moussoko (classe 2004) e Jamal Musiala (classe 2003) sono più giovani di Lorenzo Colombo". Cosa fare adesso? Continuare così. 

SPEZIA QUASI IMBATTIBILE (IN CASA)

Lo Spezia di Gotti, fino ad ora, ha ottenuto 14 punti in campionato. 11 di questi sono arrivati al Picco, stadio nel quale i bianconeri hanno perso solo una volta, conquistando poi 2 vittorie e 5 pareggi. Lontano dalla Liguria, invece, Nzola e compagni si trasformano e non riescono ad ottenere risultati convincenti. Il Lecce, quindi, dovrà fare molta attenzione se vuole tornare a casa con un risultato positivo.

Vi abbiamo raccontato altre tre statistiche curiose e, a parer nostro, interessanti. Adesso non ci resta che attendere il fischio di inizio, sperando di continuare la striscia positiva dell’ultimo periodo.