TUTTI MISTER

Il Lecce nella stagione 2003-2004 aveva 8 allenatori in campo

Scritto da Andrea Sperti  | 

La stagione 2003-2004 è stata segnata da un’incredibile rimonta compiuta dal Lecce di Delio Rossi che, nel girone di ritorno, ha conquistato la salvezza con risultati clamorosi, come il 2 a 1 rifilato all’Inter al Via Del Mare o il 4 a 3 contro la Juventus al Delle Alpi.

Oggi, però, giocando un po' con i nomi che componevano quella rosa di giocatori, vogliamo indicarvi tutti i calciatori che, appendendo gli scarpini al chiodo, hanno poi deciso di diventare allenatori ed ora sono impegnati nelle varie categorie del calcio italiano.

Marco Amelia

In quel Lecce è durato poco, era troppo giovane ed, all’epoca, non aveva l’esperienza giusta per affrontare la Serie A da protagonista. Ora, dopo una carriera incredibile ed un titolo di Campione del Mondo in bacheca, sta provando a scalare le categorie del calcio italiano. L’ultima esperienza a Prato è terminata con un esonero ma l’ex estremo difensore è ancora giovane ed ha tutto il tempo di dimostrare le sue competenze.

Sebastiano Siviglia

L’ex difensore centrale ha allenato la Primavera del Lecce nel campionato di seconda divisione e quest’anno ha iniziato una nuova avventura a Potenza. Purtroppo per lui, però, ad un certo punto della stagione, il presidente ha deciso di esonerarlo a causa di una serie di risultati negativi che hanno condizionato pesantemente la classifica.

Cesare Bovo

Anche lui era un difensore centrale e nel Lecce della stagione che stiamo prendendo in esame era tra i più giovani. Adesso affianca Liverani nelle sue avventure, dopo averlo avuto come allenatore nella sua seconda esperienza nel Salento. Ora sono a Cagliari ed insieme hanno l’obiettivo di riportare i sardi in Serie A.

Alberto Savino

Il difensore di origini campane fino allo scorso anno ha allenato la formazione Primavera della Turris, club che milita nel campionato di Serie C. Lavorare con i giovani è un’esperienza che permette ad ogni tecnico di crescere e di maturare senza troppa pressione.

Cristian Ledesma

L’ex centrale di centrocampo, che in carriera ha illuminato la scena con le sue precise verticalizzazioni, adesso allena l’Under 17 del Frosinone. Il suo sogno è quello di tornare un giorno nel Salento magari per sedersi proprio sulla panchina del suo amato Lecce.

Javier Ernesto Chevanton

L’uruguaiano non è più voluto andare via dal Salento e, da questa stagione, è il secondo allenatore della Primavera. Il suo contributo può essere fondamentale soprattutto per i giovani attaccanti della compagine giallorossa, che possono rubare trucchi e segreti del mestieri al 19 più famoso della storia giallorossa. Chevanton, tra l’altro, può trasmettere amore e rispetto per questa maglia, dato che ormai ha imparato cosa significhino quei colori per i tifosi del Lecce.

In questa lista sarebbero da aggiungere anche Vincenzo Sicignano ed Alessandro Budel. Il primo svolge il ruolo di preparatore dei portieri ad Empoli, mentre il secondo nel 2019 ha intrapreso una avventura da allenatore in seconda nella Feralpì Salo ed ora è una delle seconde voci più importanti di Dazn.

Insomma, Delio Rossi ha lasciato il segno e forse qualcuno proprio in quell’esperienza in giallorosso ha deciso che un giorno, una volta ritiratosi, avrebbe intrapreso la carriera di allenatore per vivere emozioni diverse ma sempre su di un campo da calcio.