SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
DALL'AFRICA

Tutti gli attaccanti africani della storia del Lecce

Scritto da Andrea Sperti  | 

Assan Ceesay, nuovo attaccante del Lecce, è arrivato in queste ore nel Salento e, dopo aver svolto le consuete visite mediche, firmerà il contratto che lo legherà al club salentino per 2 anni, con opzione per il terzo.

Oggi, in ogni caso, vogliamo riepilogare, attraverso l’album dei ricordi, tutti gli attaccanti di origine africana che hanno indossato la maglia del Lecce.

El Khouma Babacar 

Il centravanti senegalese ha vissuto una stagione difficile nel Salento durante l’ultima Serie A disputata con Liverani. Qui non è mai riuscito ad ambientarsi del tutto e non è mai scoccata la scintilla con il pubblico salentino, anche a causa di alcuni gravi errori sottoporta e dei diversi problemi fisici che non gli hanno permesso di rendere al meglio. Adesso milita in Danimarca nel Copenaghen

Papa Waigo

L’ex esterno d’attacco della Fiorentina è arrivato nel Salento durante il calciomercato invernale del 2009. Nel Lecce ha disputato solo 6 partite, non lasciando mai il segno né con un gol né con un assist. Adesso, a 38 anni suonati, ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo.

Edward Ofere

L’attaccante è nato e cresciuto in Svezia ma ha origini nigeriane. A dire il vero ha anche 3 convocazioni alle spalle con la Nazionale africana, sebbene non abbia mai partecipato a competizioni internazionali. A Lecce non ha lasciato un ottimo ricordo, anche se la sua avventura è stata macchiata da un grave infortunio subito al ginocchio nel match dell’Olimpico contro la Lazio.

Carlos Embalo

L'attaccante della Guinea-Bissau è arrivato durante il calciomercato invernale del 2015. La sua esperienza nel Salento non è stata positiva ma negli anni successivi ha dimostrato il suo valore con le maglie di Palermo, Brescia e Cosenza. 

Kwame Ayew

L’attaccante ha militato in giallorosso dal ’93 al ’95, segnando soli 9 gol in due stagioni tra Serie A, Serie B e Coppa Italia. Il fratello di Abedì Pelè avrebbe dovuto fare la differenza ma alla fine è stato una grossa delusione. 

Axel Cedric Konan

Indimenticabile la sua doppietta alla Juventus del 25 aprile del 2004, quando il Lecce ha battuto i bianconeri per la prima volta nella sua storia fuori casa. L’ivoriano ha disputato un inizio di carriera incredibile ma nel proseguo non ha mantenuto le aspettative ed alla fine si è perso nelle categorie inferiori. 

Ali Sowe

L’attaccante gambiano è nato nella stessa città di Ceesay ed è cresciuto nella stessa squadra del nuovo acquisto giallorosso. Lui a Lecce ha vissuto solo 6 mesi nel 2016, ma non è ricordato dai tifosi giallorossi a causa di un’esperienza opaca, nella quale ha segnato un solo gol al Foggia di De Zerbi. 

Allain Pierre Baclet, Abdou Doumbia e Ousmane Dramè

Tutti e tre sono cresciuti in Francia ma in comune hanno l’origine da un paese africano. Il primo ha la famiglia che proviene dal Ghana, mentre gli altri due i genitori maliani. L’ex Cosenza a Lecce è ricordato soprattuto per i 4 gol rifilati all’esordio in Coppa Italia contro la Vico Equense. Doumbia, invece, ha vissuto alti e basssi nel Salento ed ora è diventato uno dei perni della Viterbese in C, mentre l’ultima squadre nella quale ha militato Dramè partecipa alla terza divisione portoghese.

Insomma Ceesay deve provare a fare meglio dei suoi predecessori per cancellare il passato e dimostrare che anche in Africa nascono bomber che possono fare la differenza con la maglia del Lecce. 


💬 Commenti