header logo

Domani riprenderà il lavoro degli uomini di D'Aversa, che si ritroveranno al Deghi Center di San Pietro in Lama per il primo allenamento in vista di Udinese-Lecce. La sfida di Udine è in programma lunedì 23 ottobre e sarà uno scontro salvezza valido per la nona giornata di Serie A.

Questo weekend infatti ci sarà la sosta a causa degli impegni delle nazionali e l'Italia di mister Spalletti scenderà in campo al San Nicola di Bari contro Malta.

D'Aversa e Coppitelli dovranno fare a meno, complessivamente, di 16 calciatori. Il Lecce può vantare tantissimi tesserati chiamati dalle rispettive selezioni, tuttavia questo può rivelarsi anche un limite per la preparazione del match successivo.

I giallorossi sono reduci da un'ottima prestazione contro il Sassuolo. Al Via del Mare il finale di 1-1 rispecchia l'equilibrio di un match molto divertente, in cui i padroni di casa hanno creato tanto. Lo pensa anche Stefano Borghi di DAZN.

Lecce-Sassuolo: l'analisi di Stefano Borghi

"Il Lecce aveva iniziato benissimo, approcciando la partita alla grande contro il Sassuolo, passato in vantaggio con un rigore contestato che c'era. Il Sassuolo è andato avanti quando non lo meritava: ha segnato Berardi freddissimo dagli 11 metri. Il Lecce ha creato i presupposti per tornare in gara e ha pareggiato. 

Alla fine il Sassuolo ha chiuso attaccando di più rispetto ai salentini. È stata una buona partita, potevano vincerla entrambi fino alla fine. Partita tra un Lecce che continua a confermare di essere solido, vero. Bella dimostrazione di Corvino e D'Aversa.

Krstovic è un vero attaccante, ma non c'è solo lui. Ci sono Ramadani, Rafia, Gendrey che sa attaccare e contenere. Pongracic è un giocatore che se assistito dalla condizione fisica è un difensore rilevantissimo. Baschirotto è un leader.

Baschirotto

Alternanza dei sistemi sinistri Gallo ed il giovane Dorgu. Molto bene il Lecce, che ha la possibilità di schierare una mezzala fisica come Kaba. Davanti non c'è Banda, ma ha Strefezza e Almqvist. Lo stesso Piccoli secondo me come alternativa a Krstovic è un giocatore valido. il Lecce è una bella costruzione".

Stefano Borghi sul Sassuolo

"Il Sassuolo deve trovare regolarità. Deve confermarsi la squadra che mette sotto Juve e Inter. Ha tantissima qualità avanti. Per come era stato l'avvio con le sconfitte ed il difficile pre-campionato credo il Sassuolo si sia ripreso bene. A vedere Lecce-Sassuolo mi sono abbastanza divertito venerdì sera. Questa sarà una settimana di sosta in un cui ci divertiremo con la nazionale".

Udinese: ancora dubbi su Sottil. Intano Sabato c'è un test
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"