header logo

Bruciati in un sol colpo dieci ettari di macchia mediterranea e pineta (quasi interamente sterminata) in prossimità della spiaggia. Sgomberati per prudenza un centinaio di bagnanti e le loro auto posteggiate in zona. Veicoli inghiottiti dalle fiamme che con lentezza hanno bruciato anche diversi appartamenti balneari i cui abitanti sono stati fatti evacuare anche con la forza davanti alle fiamme che procedevano e loro che cercavano di aiutare i soccorritori con le pompe da giardino. Trasportate via decine di bombole di gas dalle ville della zona per scongiurare il peggio. Questo il resoconto della tragedia naturale che e avvenuta in queste ultime ore a San Cataldo.

Ringrazio quanti già da ore – ha dichiarato il sindaco Carlo Salvemini – stanno combattendo con le fiamme, sull'origine delle quali le forze dell'ordine sono già impegnate a fare luce. Con la collaborazione di tutti sono certo che riuscimo a domare le fiamme e superare questo momento difficile nel minor tempo possibile”.

Incendio San Cataldo, arriva il pensiero di vicinanza di Sticchi Damiani dal ritiro del Lecce

“Proprio oggi c’è stato un grosso incendio a San Cataldo nel territorio di Lecce. Sono state ore di apprensione per tutti noi. Mandiamo dal nostro ritiro un grande abbraccio ai residenti della marina leccese“.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"