SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
LA CRONACA

Il Lecce corre e spreca, il Brescia lo raggiunge allo scadere

Scritto da Andrea Sperti  | 

Brescia e Lecce si affrontano allo stadio Rigamonti. Baroni schiera i giallorossi con il consueto 4-3-3. In porta c’è Bleve; in difesa Gendrey, Meccariello, Lucioni e Barreca; a centrocampo Majer, Hjulmand e Gargiulo: il tridente composto da Di Mariano, Coda e Strefezza. 

Il Lecce parte forte ed al quinto minuto colpisce la traversa con Strefezza. Dal’altra parte Rondinelle riescono a liberarsi per andare al tiro ma non impensieriscono l’estremo difensore Bleve. 

Le due squadre si studiano ma non creano pericoli. Il Lecce è compatto mentre il Brescia tiene il pallino del gioco. 

Al minuto 42 è ancora Strefezza l’uomo più pericoloso dei giallorossi: la sua conclusione viene ribattuta da un attento Perilli. Dopo un minuto Coda ha ancora una grande palla gol ed ancora una volta l’estremo difensore delle Rondinelle riesce a neutralizzare l’attaccante. 

La ripresa ricomincia con gli stessi 22 protagonisti in campo. Il Brescia si rende subito pericoloso ma Bleve risponde presente. 

Il Brescia inserisce Rodrigo Palacio, Baroni invece non attua ancora nessun cambio alla sua formazione. Il numero uno giallorosso compie un altro super intervento su un colpo a botta sicura di Moreo. 

Ad un quarto d’ora dalla fine Lucioni chiede il cambio per un problema al quadricipite: al suo posto Dermaku. Nello stesso momento entra Bjorkengren al posto di Majer. 

Il Lecce al minuto 81 passa in vantaggio con Dermaku, abile nello schiacciare in porta un perfetto cross di Barreca. 

Al minuto 85 Olivieri prende il posto di Di Mariano. Due minuti più tardi Bisoli trova la rete del pareggio, dopo il palo colpito da Chancellor. 

La partita non regala ulteriori emozioni e termina 1 a 1.