header logo

Dopo aver riagguantato con le unghie e con i denti il risultato contro l'Udinese grazie al gol di Dia, i bianconeri erano andati in vantaggio con Samardzic al 57', la squadra di Paulo Sousa si ritrova a 2 punti in classifica frutto di due pareggi nelle prime gare di campionato. 

Il tecnico dei campani analizza il match contro i friulani ed il momento che sta attraversando la sua squadra:

“Siamo una squadra che lavora tantissimo e crede in quello che fa. Nel primo tempo abbiamo lasciato troppo spazio ai difensori avversari che erano liberi di impostare e ci hanno messo in difficoltà. Dopo siamo cresciuti e abbiamo rubato qualche pallone in posizione favorevole ma la scelta del passaggio dopo il recupero palla non è stata sempre corretta. 

Purtroppo abbiamo subito il gol proprio nel momento in cui stavamo crescendo. La squadra dopo il pareggio ha aggredito la partita, sentivamo che loro erano in difficoltà e abbiamo provato a vincerla anche rischiando il due contro due in difesa con le loro punte che erano fresche. Abbiamo avuto solo tre giorni per lavorare con l’intero organico ma sono molto soddisfatto dell’ingresso dei nuovi, dobbiamo lasciargli il tempo di integrarsi e conoscersi con la squadra.

Bohinen sta facendo un lavoro straordinario, si è allenato benissimo in settimana e anche il lavoro di sacrificio che ha fatto oggi è stato fondamentale. Ha sbagliato qualche appoggio ma ha fatto una buona prestazione. Legowski è entrato molto bene aiutandoci soprattutto sul lavoro di copertura nel finale. Abbiamo bisogno di tutti per fare bene in questo campionato".

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"