SIMPATICO APPELLO

Caressa: "Baschirotto è un gladiatore, un idolo: voglio la sua maglia autografata"

Scritto da Filippo Verri  | 

Fabio Caressa, noto telecronista ed opinionista sportivo, sul suo canale YouTube approfondisce le migliori prestazioni andate in scena in Serie A. Nell'ultima top 11, è presente un calciatore del Lecce, a cui ha voluto mandare un appello: queste le sue parole.

"Idolo assoluto al quale rivolgo un appello. Caro Baschirotto, è dall'inizio della stagione che parlo di te, perchè rimasi senza parole dalla prima partita della stagione quando spostato in una posizione non tua hai fatto una partita da gladiatore, veramente quasi da eroe. Devo dire che questa sua caratteristica è rimasta nel corso della stagione. Mi dicevo di aspettare un attimo per esaltarlo, ma non cala niente. Ha anche segnato: ha un fisico da paura, da lottatore di MMA. 

L'avevo consigliato al fantacalcio a mio figlio Diego che alla fine lo ha preso. È diventato un idolo indiscusso di famiglia. Gli lancio un messaggio, spero che arrivi: Baschirotto vogliamo la tua maglia firmata. Non l'ho mai chiesto a nessuno, non ho fatto questo appello nemmeno a Cristiano Ronaldo. Lancio questo appello a Baschirotto che per noi è un idolo e sta giocando alla grande."

Negli scorsi giorni Caressa aveva già speso parole al miele per il Lecce.
Questa la discussione sulla lotta salvezza durante Sky Calcio Club:

Marchegiani: “In zona retrocessione la vittoria del Lecce è importante, perchè ha creato quel piccolo gap con non solo Verona, ma anche Cremonese e Spezia, squadre che non vincono da un po'".

Caressa: “Secondo la classifica aiuta a fare morale. Quando vedi che inizi a staccarti cominci a respirare un po' meglio e l'aria è meno rarefatta".

Bucciantini: “Il Lecce è una squadra che lotta in ogni partita da inizio campionato. Già alla prima con l'Inter, poi persa all'ultima azione, è sempre stata viva".

Caressa: “Di battaglia, la differenza con le altre squadre che lottano per la salvezza è questa".

Bucciantini: “Anche la Cremonese combatte e attacca bene, magari manca di uomini che risolvano la situazione in attacco. La Sampdoria sembra non avere niente in questo momento. Sembra apatica, passiva finché poi subisce un gol al quale non sa mai reagire. Non capisci come puoi ritrovare forza".