header logo

Sta facendo discutere l'arbitro Juan Luca Sacchi, ma non per una decisione presa sul terreno di gioco. Il direttore di gara ieri sera ha diretto Lecce-Sassuolo, partita finita 1-1, ma sotto la lente di ingrandimento è terminato un gesto compiuto quando si trovava ancora nel tunnel del Via del Mare.

Accanto a lui il resto della terna arbitrale, composta dagli assistenti Francesca Di Monte e Domenico Palermo. La scena in questione ha catturato l'attenzione del pubblico che ha fatto diventare virale il video sul web: l'arbitro ha salutato i capitani delle due formazioni, ma non ha stretto la mano a Di Monte, rimasta di sasso.

Mancata stretta di mano in Lecce-Sassuolo: il video

L'arbitro della sezione di Macerata si è volto direttamente verso il capitano del Lecce (Strefezza) che era alle sue spalle. Il siparietto avvenuto nel sottopasso non è sfuggito agli spettatori da casa e la scena è diventata virale su tutti i social, tanto da essere rilanciata persino dalle testate giornalistiche nazionali.

L'intenzione di Sacchi era quella di salutare prima i due capitani come da protocollo, che prevede la stretta di mano nel tunnel solo ai giocatori, mentre per gli arbitri avviene negli spogliatoi e in campo, dopo aver salutato le due squadre.

Lecce-Sassuolo

Caso Sacchi: la presa di posizione dell'AIA

"E' assolutamente da escludere un gesto sessista - spiegano fonti dell'Associazione italiana arbitri all'ANSA - e ovviamente anche uno sgarbo personale. Il problema per noi non esiste, è stato solo un gesto involontario e male interpretato: i due tra l'altro hanno dimostrato grande feeling in campo e il loro rendimento è stato ottimo. Stupisce piuttosto - concludono all'AIA - che si parli di sessismo all'interno di un'associazione che ha fatto dell'abbattimento di ogni barriera di genere uno dei suoi principali traguardi raggiunti". 

3 foto-click di Lecce-Sassuolo: che curiosità!
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"