header logo

Il Lecce si gode il successo in campionato ottenuto la scorsa domenica al “Via del Mare” contro la Salernitana e ricarica le batterie, approfittando della sosta delle Nazionali, in vista del prossimo impegno di campionato che si giocherà domenica 17 settembre contro il Monza all’U-Power Stadium.

Considerando la prima pausa del nostro campionato, è possibile fare un primissimo bilancio di come sono andati i salentini in queste prime uscite ufficiali, confrontando le statistiche della stagione in corso con quelle della passata annata, quando sulla panchina dei giallorossi sedeva Marco Baroni, attuale allenatore dell’Hellas Verona.

Come ben noto, la squadra di D’Aversa, ha ottenuto fino a ora 7 punti in classifica frutto di due vittorie e un pareggio, rispettivamente contro Lazio e Salernitana con il punteggio di 2-1 e 2-0 e contro la Fiorentina con il risultato finale di 2-2. Mai nella storia dei salentini si era registrato un numero così elevato di risultati utili consecutivi nelle prime tre partite di campionato in Serie A.

Il record infatti, risaliva rispettivamente alle stagioni 2001/02 e 2004/05 con 5 punti.

La squadra, inoltre, è riuscita a rimontare in due occasioni il risultato di iniziale svantaggio non perdendo la partita (contro Lazio e Fiorentina) mentre nell’ultima gara contro la Salernitana, ha mantenuto la porta inviolata.

Nella stagione 2022/23, invece, la squadra allenata da Baroni aveva ottenuto un solo punto, perdendo le prime due partite contro Inter (con gol nel finale di Dumfries per il definitivo 2-1 allo Stadio Via del Mare) e Sassuolo (con gol di Berardi al Mapei Stadium) e riuscendo a rimontare l’iniziale svantaggio segnato da Parisi, grazie a una prodezza di Gabriel Strefezza, nella sfida pareggiata 1-1 davanti al proprio pubblico contro l’Empoli alla terza giornata.

In questo avvio di stagione inoltre, il Lecce di D’Aversa ha calciato molte più volte rispetto a quello di Baroni: 49 vs 32 con un XG (gol attesi) di conseguenza molto più elevato (1,18 per il Lecce di quest’anno vs 0,68 per quello della passata annata). Ne sono la conferma, infatti, i gol realizzati: 6 a 2.

Dalla sua parte, però, Baroni vanta il risultato finale maturato al termine del campionato ovvero il raggiungimento della salvezza e della permanenza in massima serie. Riuscirà, pertanto, l’attuale allenatore, indipendentemente dal buon avvio di stagione, a confermare le aspettative e raggiungere l’obiettivo prefissato?

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"