header logo

Gotti: "Ramadani può partire titolare. Ranieri è un maestro"

Le dichiarazioni del tecnico giallorosso alla vigilia della trasferta di Cagliari

Pierpaolo Verri /
luca gotti

Le dichiarazioni del tecnico giallorosso alla vigilia della trasferta di Cagliari

Pierpaolo Verri /

Luca Gotti ha parlato ai microfoni della sala stampa del “Via del Mare” per presentare la trasferta di campionato che vedrà il suo Lecce andare di scena sul campo del Cagliari. Queste le dichiarazioni del tecnico.  

  • Blin

    Sin dal primo minuto l'ho ritenuto un tassello importante per questo gruppo. Il ragazzo porta nel gruppo contributi di positività importanti anche senza giocare, ti aiuta a risolvere problemi dentro e fuori dal campo. 

  • La fiducia del gruppo

    La preparazione della settimana è stata analoga a quella delle precedenti. Cerco una stabilità di chi è focalizzato sul compito, non di chi si basa sull'emotività.

  • I temi della partita

    Non ci sarà la preparazione che si fa in tante gare del campionato italiano. Si giocherà molto sull'agonismo, sul singolo episodio e sull'intensità. Conteranno gli aspetti emotivi.

  • Ranieri

    Ranieri sa perfettamente come contrastarci, stiamo parlando di un maestro, per me è un punto di riferimento dal punto di vista professionale. Ha accettato sfide stimolanti, tracciando un certo tipo di percorso. La partita di domani secondo me non è una partita tattica, è una partita che dipenderà molto dall'atteggiamento. Il Cagliari è una squadra un po' britannica. 

  • Cosa sta dando il Lecce a Gotti?

    Quando la nave sarà ormeggiata in porto faremo dei discorsi consuntivi, questo percorso per ora mi impedisce di godere della bellezza della terra e delle persone che possono dare tanto. Il poco tempo a disposizione fa in modo che non sia ancora riuscito pienamente a godere di questa terra, la gente mi manifesta passione ed affetto. 

  • Settore ospiti sold out

    Sono cose che ti colpiscono tantissimo, 415 biglietti sono stati polverizzati in sette minuti. Tante persone si sono organizzate all'ultimo minuto con viaggi non sempre agevoli. Sono cose che mettono i brividi.

  • Il percorso

    In questo percorso fatto insieme le cose complessivamente sono andate per il verso giusto e tutto è stato vissuto per il verso giusto. Ma non funziona sempre così, bisogna essere attrezzati anche per quando arriverà la pioggia.

  • Oudin

    Contano le relazioni in campo fra i giocatori. Gradualmente cerco di prendere delle decisioni che siano più adeguate per la squadra, al di là dell'aspetto del singolo. Credo che Oudin stia giovando di questo tipo di ragionamento, dà il suo contributo alla fase difensiva perché è estremamente aiutato dagli altri, in questo modo mette al servizio del gruppo le sue indiscutibili qualità tecniche. Lui è uno dei giocatori più importanti della categoria per passaggi chiave, ha velocità di pensiero e doti tecniche che supportano questa sua qualità. 

  • Ramadani

    Può partire dall'inizio, è stato distante dal gruppo per una decina di giorni ma sembra che non sia successo nulla, è un generoso, ha qualità fisiche e mentali straordinari, sembrava che non si fosse mai fermato.

  • Percentuale salvezza

    Il forse e il probabilmente non c'entrano nulla sulla realtà. Conta la matematica, questo è il mio modo di vedere le cose. 

  • Le parole di Ranieri

    Conoscendolo credo che il Lecce che abbiamo avuto l'opportunità e il piacere di vedere nelle ultime partite sia una squadra che a lui piace davvero.

  • Che partita aspettarsi

    Si tratta di uno scontro diretto e le giornate diminuiscono. I punti sono fondamentali per raggiungere i rispettivi obiettivi. A Cagliari l'ambiente è vicino alla squadra, c'è un gruppo unito, così come nel nostro contesto. Come noi anche il Cagliari cercherà di raccogliere punti decisivi.

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Cagliari-Lecce: i convocati. Riecco Ramadani a disposizione