PROTAGONISTA

Strefezza: "Non dobbiamo guardare la classifica: serve concentrazione"

Scritto da Filippo Verri  | 

Il Lecce riprende a correre dopo due settimane di riposo.
I giallorossi si ritroveranno oggi nel Salento per la ripresa degli allenamenti, l'inizio di un inedito ritiro.
La maggior parte delle società di Serie A hanno deciso di ripartire tra il 28 e il 30 novembre in modo tale da compiere un mese intero di preparazione.

Troppo presto per mettere nel mirino la Lazio, che arriverà al Via del Mare il prossimo 4 gennaio: è il momento di rimettere benzina nelle gambe dopo quindici giorni che sono serviti ad archiviare quanto di buono fatto. Il Lecce si ripresenterà ai blocchi di partenza dell'anno 2023 in zona salvezza, a +8 dalla Cremonese terzultima. I 15 punti conquistati su 15 partite lasciano il sorriso, ma non è abbastanza: l'obiettivo deve essere raggiunto, quindi sarà necessario continuare a lavorare con la cattiveria giusta.

Ha parlato di questo e non solo Gabriel Strefezza, intervistato nelle scorse ore da Telerama.
L'esterno offensivo ha stilato un bilancio di questa prima parte di stagione per poi concentrarsi sul futuro dei giallorossi:

PRIMA PARTE DI STAGIONE
Penso che il bilancio sia positivo, abbiamo fatto una buona prima parte nonostante le difficoltà; siamo una squadra giovane con tanti elementi nuovi e non era facile fare una buona prima parte così”.

ENTUSIASMO DEI TIFOSI
Non dobbiamo guardare la classifica perché può essere un errore, adesso pensiamo solo a lavorare e fare bene. Se i tifosi sono felici siamo felici anche noi”.

RIPRESA DOPO LA LUNGA SOSTA
Non è mai successo di fermarsi così a lungo e poi riprendere. Dobbiamo essere concentrati, allenarci bene, ed anche mentalmente, perché allenarsi per un mese senza giocare non è facile però dobbiamo rimanere concentrati sia mentalmente che lavorare per stare bene fisicamente”.

SALVEZZA
Dobbiamo sempre sognare perché farlo non costa nulla, poi quando andiamo in campo dobbiamo dare il sangue, dobbiamo dare tutto”.