header logo

Possedeva la terza media e si “vendeva” da più di dieci anni per chirurgo estetico, raggirando Usl ma anche ricchi clienti stranieri, fino ad arrivare in Cina e in Romania, postando foto alla moda sui social. Ma nel paese balcanico la magistratura ha puntato il mirino su di lui, lo ha processato e condannato per truffa e emettendo un mandato di arresto europeo. 

La laboriosità medica di Matteo Politi, 43enne che intanto aveva cambiato il suo nome in Luigi (di fatto rubando l'identità a un medico salentino vero chirurgo e in servizio in Emilia Romagna) si è conclusa a Marghera (Venezia), dove il Nucleo investigativo dell’Arma di Venezia lo ha scoperto e lo ha arrestato, in esecuzione del mandato di arresto europeo emesso dall’Autorità Giudiziaria romena, per la condanna di 3 anni e 4 mesi di reclusione dopo la pena definitiva in quel Paese per i reati di truffa e falsificazione di documenti. 

Nel suo girovagare dall’Italia in mezzo mondo, Politi si è preso cura di innumerevoli pazienti affermando di essere un luminare in 'cosmetic and aesthetic medicine' ed è riuscito a persuadere con le sue capacità i dirigenti di sei strutture Usl di quattro regioni diverse. Si era fatto denominare anche Matthew Mode, e in Romania era divenuto una celebrità arrivando ad avere clienti vip di mezzo mondo. Era stato anche querelato per esercizio abusivo della professione, ma questo non l’aveva bloccato mettendo in difficoltà tra l’altro un suo omonimo (vero medico) ma estraneo alle circostanze. Si era creato un nome popolare nel campo e lo ha saputo vendere alle cliniche di molti paesi esteri, con una fama comprovata anche da certificati falsificati. Ma qualche cosa non combaciava ai colleghi romeni, veri medici che hanno avvisato l’autorità giudiziaria del loro paese, che ha così aperto le indagini e il processo per truffa

I fatti arrivati in tribunale a Bucarest riguardano un lasso di tempo tra marzo e dicembre 2018. Sempre simulandosi medico chirurgo estetico, Politi avrebbe raggirato nove persone definendosi come uno esperto in chirurgia plastica. Avrebbe ulteriormente usufruito un nome contraffatto e sarebbe riuscito una buona volta a eseguire operazioni in cinque strutture sanitarie a Bucarest, ottenendo profitti per decine di migliaia di euro

Braccato per queste truffe e la consequenziale condanna, aveva fatto smarrire le proprie tracce, ma i Carabinieri di Venezia hanno smascherato il medico con la terza media che era finito a trovare lavoro in una struttura alberghiera a Mestre. Qui l’irruzione ha preso forma, e Politi è stato trasportato in galera, in attesa dei procedimenti di estradizione. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"