MANCINI CONVINTO

Gds - Progetto Italia 2026, Baschirotto c'è: è il futuro azzurro

Scritto da Filippo Verri  | 

A poche ore dallo stage della Nazionale italiana, terminato nella giornata di ieri, iniziano a trapelare le prime indiscrezioni in merito alle sensazioni di Roberto Mancini e del suo staff.
“Italia progetto 2026, futuro azzurro: Baschirotto c'è, Buongiorno vola e Casale stupisce”.
Titola così la Gazzetta dello Sport, che ha dedicato due pagine nazionali al calciatore del Lecce e non solo.

Secondo i colleghi della rosea, questi tre giocatori avrebbero sorpreso il commissario tecnico, il quale potrebbe convocarli nuovamente e includerli nel progetto 2026, anno in cui gli azzurri dovrebbero partecipare al mondiale, si spera.
“I tre difensori hanno lasciato buone tracce nel super stage di Coverciano: sono pronti ad entrare nel gruppo del CT”.

Si tratta di tre difensori centrali, ruolo in cui la coppia titolare è tutta in discussione.
L'Italia ha vinto l'europeo con Chiellini e Bonucci, tuttavia il primo ha lasciato la Nazionale dopo la debacle Macedonia, mentre il secondo rappresenta la vecchia guardia, ma non è un intoccabile.

Poi ci sono Acerbi, Bastoni, Scalvini e Toloi, che al momento non hanno dimostrato di meritare un posto da intoccabili. Per questo Baschirotto, Buongiorno e Casale possono sognare e anzi, la Gazzetta sul difensore del Lecce è certa: “Baschirotto c'è”.

In un approfondimento dedicato, il giallorosso viene definito il nuovo Gatti.
Un paragone basato sul percorso, sulla “scalata sociale” del classe 1996.
Difatti anche il difensore della Juve è passato di recente dai dilettanti all'azzurro.

Baschirotto ha il diritto di sognare dunque, poiché Mancini è rimasto impressionato.
L'ex Ascoli oggi, insieme a Falcone, Gallo e Colombo, raggiungerà Udine, dove si ritroverà con la squadra. È tra i convocati dell'amichevole in programma alla Dacia Arena alle ore 15:30. Vedremo se scenderà in campo nonostante le giustificate assenze da Acaya negli ultimi tre giorni.