header logo

Monza-Lecce si avvicina sempre più velocemente. I giallorossi hanno accolto nuovamente i loro nazionali e mister D'Aversa si prepara a mettere in campo la formazione più competitiva possibile. Oggi, in questo articolo, proveremo a sciogliere i dubbi che attanagliano il tecnico giallorosso in tutti i ruoli.

IN DIFESA 

Wladimiro Falcone sarà in campo, a difendere i pali della sua porta. Davanti a lui dovrebbero esserci Valentin Gendrey, Federico Baschirotto, Marin Pongracic ed Antonino Gallo. A dire il vero, Lorenzo Venuti e Patrick Dorgu scalpitano per una maglia da titolare. Il primo ha recuperato dall'infortunio e non vede l'ora di esordire nuovamente con la maglia del Lecce, dopo l'esperienza vissuta in B qualche stagione fa. Il secondo, dal canto suo, ha giocato 3 spezzoni di partita ma in questa settimana è stato anche impegnato con l'Under 21 danese e D'Aversa, proprio per questo, potrebbe concedergli un turno di riposo.

A CENTROCAMPO

Tutto dipenderà dalla scelta del sistema di gioco. Se il Lecce dovesse scendere in campo, fin da subito, con il 4231, accanto a Ylber Ramadani dovrebbe giocare Mohamed Kaba. Al contrario, se D'Aversa dovesse optare per il 433, probabilmente Joan Gonzalez avrebbe maggiori chance di vedere il campo dal primo minuto. Hamza Rafia, invece, pare più avanti nelle gerarchie rispetto a Remi Oudin, arrivato da poco ed ancora in cerca della migliore condizione fisica. Il francese non ha ancora 90 minuti nelle gambe ma potrebbe scendere in campo, magari nella ripresa, per dare una mano ai suoi compagni da trequartista, in un ruolo più congeniale alle sue caratteristiche. 

IN ATTACCO

Gabriel Strefezza, il capitano dichiarato di questa truppa, potrebbe ritrovare la maglia da titolare. A farne le spese potrebbe essere Lameck Banda, negli ultimi giorni impegnato in Africa con la sua Nazionale. Lo spavento che hanno provocato le immagini del presunto infortunio di Nikola Krstovic è rientrato subito ed il montenegrino dovrebbe posizionarci al centro dell'attacco. Dall'altra parte Pontus Almqvist dovrebbe essere sicuro del posto, sebbene ci sia anche Nicola Sansone, non ancora al top ma profilo di sicura esperienza.

Insomma, Roberto D'Aversa pare avere davvero l'imbarazzo della scelta. Corvino e Trinchera gli hanno confezionato una squadra completa che vuole continuare a stupire, senza interrompere la sua striscia positiva. 

Olympiakos-Lecce, dove vedere la partita: orari e probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"