header logo

Al termine di Lecce-Lazio è intervenuto ai microfoni della sala stampa Maurizio Sarri, il tecnico della squadra ospite. Di seguito le sue dichiarazioni. 

Calciomercato

“Penso che tutti gli altri allenatori della serie A daranno la stessa risposta, è impossibile gestire una squadra per tanti giorni con il mercato aperto. Non è un alibi solo per noi, è una situazione che coinvolge tutti. Per tutta la settimana ho detto che non voglio sentire alibi, perché la prestazione va fatta in tutte le condizioni. Il secondo tempo di oggi è inaccettabile e non ci sono alibi. Nella curva del Lecce c'era scritto qualcosa sul calcio attuale e io la penso come quei ragazzi. Fino a 25 anni fa il mercato durava un mese l'estate e 10 giorni a novembre e si giocava ogni sette giorni. Oggi invece è cambiato tutto”.

Ha mai pensato all'addio? 

“Se avessi voluto fare il furbo lo avrei fatto dopo Empoli, dopo aver ottenuto il secondo posto. Non l'ho fatto perché a Roma sto bene e alla Lazio sto bene. Mi sento responsabile nei confronti della società e dei tifosi, così ho deciso di rimanere”.

Paura che possa essere tornato un vizio di superficialità?

“E' una fonte di preoccupazione, pensi di aver superato certe problematiche e improvvisamente te le ritrovi davanti nuovamente. Questo è l'aspetto più difficile da digerire e da risolvere”.

Ai microfoni di DAZN.

“Il secondo tempo è stato di livello scadente, abbiamo avuto la possibilità di chiudere la partita ma non sarebbe stato giusto, hanno giocato meglio loro. Abbiamo fatto una fase difensiva ridicola e queste sono le conseguenze. Non abbiamo capito i momenti della partita, ho visto passività fino al limite della nostra area. Dopo un primo tempo accettabile abbiamo giocato male. Non si può pensare che questa sconfitta sia frutto di un calo fisico perché non è così, non siamo andati a degradare nella prestazione. La squadra ha smesso di difendere da squadra e così va tutto a rotoli. Il pre-campionato lascia il tempo che trova, lì l'obiettivo è prepararsi e non avere una prestazione di alto livello”. 

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"