header logo

Sono rimaste appena sei giornate alla fine del campionato e il cammino dei giallorossi, seppur con qualche “incidente di percorso” durante l'anno, è in perfetto equilibrio con gli obiettivi stagionali: 32 punti in altrettante giornate e cinque lunghezze di vantaggio dalla zona retrocessione. Il club di via Colonnello Costadura, dunque, viaggia spedito verso la conquista di un'altra salvezza, padrone del proprio destino

Il girone di ritorno

I giocatori sotto la Nord al termine di una partita
I giocatori del Lecce sotto la Curva Nord

La seconda parte della stagione, però, ha lasciato qualche insidia con alcuni momenti meno brillanti, caratterizzati da uno scarso rendimento in campo e pochi risultati utili racimolati e, soprattutto, da un cambio di panchina quasi inevitabile. Arrivati a questo punto del campionato, i giallorossi hanno conquistato 11 punti nel girone di ritorno frutto di: tre vittorie e due pareggi, in tredici partite disputate, posizionandosi al sedicesimo posto della classifica (comprendente, ovviamente, solo i punti guadagnati nella seconda parte di stagione) in ex aequo con la Fiorentina che, però, ha una partita in meno da dover recuperare. I salentini, dunque, nonostante alcune complicanze riscontrate nel corso della seconda parte, si trovano sempre al di sopra dalle zone “calde” della graduatoria, rispettivamente occupate da: Frosinone (con 8 punti conquistati), Sassuolo (con 7 punti) e, infine, Salernitana (con appena 3 punti racimolati).

Il girone di andata e il bilancio con gli scontri diretti

I giallorossi che esultano
Salernitana-Lecce stagione 23/24

Nel girone di andata, come ben ricorderete, i punti guadagnati erano stati 21 e una posizione in graduatoria sempre al di sopra rispetto alla zona retrocessione. Anche gli scontri diretti, fino ad ora, sorridono ai giallorossi con ben 18 punti conquistati (circa il 60% di quelli totali ottenuti), frutto di quattro vittorie e sei pareggi, a dimostrazione di quanto i ragazzi meritino il piazzamento in classifica, riuscendo quasi sempre ad avere la meglio sulle dirette rivali. L'unico neo è contro il Verona dell'ex Baroni contro cui i salentini hanno racimolato un solo punto, perdendo al Via del Mare la sfida nel girone di ritorno. Adesso: Sassuolo, Cagliari e Udinese nelle prossime settimane, gli ultimissimi scontri contro pretendenti alla salvezza per completare l'opera e raggiungere il traguardo tanto atteso. La squadra non ha minimamente intenzione di fermarsi, consapevole dei propri mezzi, e sempre più vicina al proprio obiettivo.

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Giudice Sportivo: ammenda per il Lecce, squalificato Almqvist