header logo

È fuori pericolo il 44enne di Trepuzzi, che martedì sera nella marina leccese di Torre Chianca è stato colpito da due colpi di pistola e gambizzato a seguito di ferite avute a polpaccio e piede.

Mentre proseguono a investigare gli agenti della Squadra Mobile della questura di Lecce, l’uomo è al momento ricoverato presso l’ospedale “Vito Fazzi“ di Lecce.

Gli agenti intanto proseguono a lavorare alla ricerca del responsabile dell’aggressione, provando a ricomporre il contesto nel quale l’episodio sarebbe avvenuto. Cause personali, apparirebbero, nonostante la vittima abbia dei trascorsi penali.

Tornando ai due colpi di pistola esplosi due sere fa da soggetto attualmente ignoto, la vittima come detto quando è stata colpita dagli spari si trovava nella zona fra Torre Chianca e Frigole. Dopo l’episodio l’uomo è stato soccorso da un amico che ha chiamato il 118. In un primo istante la vittima ha cercato di andare da solo in ospedale, riuscendo in un modo o nell’altro a salire a bordo del suo Fiat Doblò e mettersi alla guida.

Un percorso tuttavia durato poco, vista l’importanza delle lesioni riportate e l’emorragia. Da qui l’amico dell’uomo di Trepuzzi ha interpellato i soccorsi. L’ambulanza del 118, giunta sul posto, ha condotto il 44enne in codice rosso presso il nosocomio leccese, dove è stato curato e dove i sanitari hanno per fortuna riscontrato l’assenza di ferite negli organi vitali.

La speranza è che la vittima abbia fornito agli investigatori informazioni utili per riconoscere chi ha sparato. Intanto saranno esaminate anche videocamere della zona. Nessuna teoria è scartata circa il movente. Nemmeno quella che possa trattarsi di problemi personali slegati da fatti di criminalità.

"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"