SEGUICI SU TWITCH

Offerta da
I VOTI

Cremonese-Lecce, le pagelle dei giallorossi

Scritto da Pierpaolo Verri  | 

GABRIEL 6: incolpevole sui gol, per il resto è poco sollecitato.

GENDREY 5: dalle sue parti agisce un cliente molto scomodo come Buonaiuto. Tiene un po’ nel primo tempo ma nella ripresa affonda assieme al resto della squadra.

>>> CALABRESI s.v.

TUIA 6: uno dei pochi a salvarsi, bravo soprattutto nella prima metà di gara.

LUCIONI 5,5: un po’ in difficoltà, come i suoi compagni di reparto.

GALLO 5: poco coinvolto in propensione offensiva, dietro balla troppo.

HJULMAND 5,5: più impreciso del solito, quasi mai nel vivo del gioco.

BLIN 5: impalpabile a tratti, poco preciso in alcune occasioni. Anche nel fare filtro è poco efficace.

>>> PAGANINI 5,5: entra dalla panchina ma non riesce ad incidere.

MAJER 5: a volte perde tempi di gioco rallentando la manovra, inconsistente in entrambe le fasi.

>>> LISTKOWSKI s.v.

STREFEZZA 6: prova a darsi da fare sul fronte d’attacco, svaria tanto palla al piede e dà sempre la sensazione di poter creare qualcosa.

>>> BJORKENGREN s.v.

CODA 5: ha una chance nei primissimi minuti ma la manca clamorosamente, nel resto della partita si fa vedere raramente.

OLIVIERI 6: prova a incidere, facendosi vedere tanto e toccando tanti palloni. Gli manca solo il guizzo decisivo negli ultimi metri. Un po’ sfortunato in occasione del gol annullato.

>>> HELGASON s.v.

BARONI 5: non poteva esserci esordio peggiore in campionato, per il risultato e per la prestazione. La Cremonese è abile a incartare il gioco di un Lecce che non riesce a prendere le contromisure. I gol subiti arrivano da situazioni che una squadra che ambisce ad un campionato di vertice non può concedere agli avversari.