header logo

Gotti: “Avevo ottime sensazioni, vedevo la squadra sul pezzo: il risultato mi rammarica”

Le dichiarazioni del tecnico della squadra giallorossa al termine di Lecce-Udinese

Pierpaolo Verri /

Le dichiarazioni del tecnico della squadra giallorossa al termine di Lecce-Udinese

Pierpaolo Verri /

Luca Gotti parlerà ai microfoni della sala stampa al termine di Lecce-Udinese. Segui in diretta le dichiarazioni del tecnico giallorosso. 

  • Le prossime due partite

    Abbiamo quattro giorni per riannodare i fili. Non so se avete visto l'Atalanta di ieri sera, in mezzo hanno la finale di Coppa Italia e dopo hanno un impegno storico. Cercheremo di prepararci al meglio. 

  • Pierotti e Berisha

    Possono trovare più spazio. Volevo isolare Almqvist nell'uno contro uno a campo aperto e togliere punti di riferimento con Rafia. Però il vantaggio dell'Udinese mi ha portato ai cambi del secondo tempo, ho cercato di dare più peso centralmente, mantenendo massima ampiezza. 

  • Il futuro

    C'è il rinnovo automatico, ma abbiamo raggiunto l'obiettivo da poche ore e non abbiamo ancora discusso. Mancano poi partite importanti, l'ho detto anche prima di questa partita. Vogliamo finire bene col massimo impegno.

  • I tifosi

    C'erano 28 mila persone in festa, in questi due mesi che mi hanno accompagnato in questo percorso il voto per i tifosi è 10. 

  • La mancanza di contemporaneità nelle partite

    Questo è un tema importante, purtroppo. In un mondo ideale non dovrebbe essere così, ognuno deve dare il massimo senza farsi condizionare da fattori esterni. Ma il mondo ideale non c'è. E' probabile che la mancanza di contemporaneità che ci ha regalato la salvezza in anticipo qualcosa ci abbia tolto. 

  • La prestazione

    Avevo ottime sensazioni, non avevo nessun segnale in queste ultime ore di festa di mancanza di focus sulla partita. Vedevo una squadra sul pezzo. Il risultato viene deciso da poca attenzione nelle due aree di rigore, mi rammarica. 

  • A chi assomiglia degli allenatori che in passato hanno salvato il Lecce?

    Non ne ho idea, credo sia difficile paragonare i nomi, ognuno ha la sua identità e il suo percorso. 

  • Gotti a DAZN

    Le parole del presidente? Lo ringrazio, quando il tuo presidente si esprime in un certo modo e si crea una certa chimica ci sono i presupposti positivi per il percorso. Sono scontento per il risultato di questa partita, non avrei voluto dare questa sconfitta alla nostra gente. Siamo tutti contenti per la salvezza, che non è scontata per una squadra come il Lecce. E' una cosa importante per i tifosi e per il territorio conservare la serie A. Sono però decisamente amareggiato per il risultato di questa partita. E' probabile che abbia vinto la squadra con più motivazioni ma mi rifiuto di aderire a questo concetto generale, perché noi le motivazioni dobbiamo crearcele sempre. Abbiamo avuto poca lucidità nelle due aree di rigore. C'erano i presupposti per gestire meglio le situazioni, abbiamo subito due gol veramente stupidi. Non credo di aver portato solo serenità, ci sono anche aspetti calcistici che ho modificato in relazione alle contingenze, cercando di mettere qualche idea che è stata recepita dalla squadra. Oggi non abbiamo sbagliato le idee, abbiamo sbagliato dal punto di vista dell'intensità, abbiamo fatto tanto cose giuste ma con una marcia in meno. Mantenere il blocco della squadra? L'obiettivo è arrivato da pochissimo, prima di questo momento non abbiamo fatto ragionamenti. Ora discuteremo sul prossimo futuro e gradualmente capiremo quanti di questi ragazzi possono continuare a far parte del percorso. I tifosi? La nostra tifoseria merita un 10. 

In diretta su Twitch mercoledì alle 19: ospite Medon Berisha
Il Lecce fa festa, l'Udinese pure