header logo

ONDATA DI CALDO RECORD, MASSIME PROSSIME AI 45°C – Da lunedì si preannuncia una settimana di caldo anomalo sull’Italia per via di una eccezionale ondata di calore che stazionerà per più giorni sul Mediterraneo”.  Secondo gli esperti di 3bmeteo - Oltre l'intensità altra caratteristica sarà l'estensione del caldo anomalo; dalla Spagna orientale all'Italia, fino a toccare la Francia meridionale e i Balcani” – lo conferma Francesco Nucera di 3bmeteo. “Le temperature continueranno ad aumentare giorno dopo giorno ed entro metà settimana si potranno raggiungere valori eccezionali con punte anche di 42-45°C al Centro Sud. Sul 60% delle regioni potranno verificarsi i 40°C. Il caldo - continua Nucera - si avvertirà anche di notte. Non si escludono nuovi potenziali record di caldo.”

CALDO MA ANCHE TEMPORALI AL NORD “Farà caldo anche al Nord dopo i temporali degli ultimi giorni ma sarà meno intenso. Proprio a causa del prolungarsi dell’onda di calore e per l’assenza di ventilazione crescerà l’umidità; di conseguenza aumenterà il disagio corporeo per l’afa. Secondo le previsioni l'ondata di caldo dovrebbe attenuarsi in terza decade a partire dalle regioni settentrionali con temporali anche forti mentre si concentrerà via via al meridione”.

ANOMALIE NON SOLO IN ITALIA - “L’ondata di caldo fa parte di una serie di eventi intensi che stanno interessando in contemporanea l’emisfero nord - dice il meteorologo di 3bmeteo Francesco Nucera - quali le ondate di calore su Nord Africa, Usa meridionali, Medio Oriente e Asia meridionale, nonché le inondazioni su India, USA, Cina e Giappone. Queste particolari situazioni simultanee, che portano fenomeni estremi, si verificano più spesso e sono una conseguenza dei cambiamenti climatici. Dagli anni 2000 l'anticiclone africano è quasi una costante delle nostre estati tanto da averle cambiate rendendole molto più calde” -conclude l'esperto.

Come affrontare il caldo? Ecco alcuni consigli utili.

  • Evitare le esposizioni al sole nelle ore più calde della giornata, tra le 11 e le 17, e indossare abiti leggeri, chiari e traspiranti. Usare creme solari ad alta protezione e coprirsi la testa con un cappello o un ombrello.
  • Bere molta acqua e succhi di frutta, evitando alcolici, caffè e bevande zuccherate o gassate. Preferire cibi freschi, leggeri e ricchi di acqua, come frutta, verdura, insalate e yogurt. Evitare pasti abbondanti e speziati.
  • Mantenere una buona ventilazione nelle abitazioni, chiudendo le finestre e le persiane nelle ore più calde e aprendole la sera o la mattina presto. Usare ventilatori o condizionatori, ma senza esagerare con la differenza di temperatura tra interno ed esterno.
  • Fare attenzione ai soggetti più a rischio, come anziani, bambini, malati cronici e persone con problemi respiratori o cardiovascolari. Controllare spesso le loro condizioni e assicurarsi che si idratino adeguatamente. In caso di malessere, febbre, crampi, nausea o vertigini, chiamare il medico o il 118.
  • Seguire le indicazioni delle autorità sanitarie e locali, che possono emanare ordinanze o raccomandazioni specifiche in base alla situazione. Consultare i bollettini meteo e gli avvisi di allerta per essere informati sull’evoluzione del fenomeno.
"PL Talk" Monza-Lecce: ospite in puntata Lino De Lorenzis del Nuovo Quotidiano di Puglia
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"