header logo

È il giorno di Nicola Sansone, che oggi svolgerà le visite mediche per poi firmare il contratto che lo legherà al Lecce, che potrebbe essere di due anni. Ieri pomeriggio l'ex Bologna è atterrato ed oggi verranno sbrigate tutte le pratiche del caso.

Nicola Sansone vanta tre presenze con la Nazionale Italiana ed in carriera è stato pagato 8 milioni dal Sassuolo, 13 dal Villareal e 8 dal Bologna, dove ha militato dal 2019 al 2023 vestendo la maglia numero dieci. Vanta 246 presenze in Serie A, 53 nella Liga Spagnola e 35 in Serie B. Un innesto di grandissima esperienza per il Lecce che aggiunge qualità ad un attacco già di per sé prolifico.

Ne ha parlato Corvino ai microfoni del Corriere dello Sport:

Sulla trattativa

“È chiaro che, concluso il mercato, ci si guarda intorno, nel campo dei giocatori svincolati. Avevamo pensato da tempo a Sansone perché in ogni scelta sono prioritarie le caratteristiche tecniche e lui risponde pienamente alle nostre esigenze. Naturalmente, si è trattato di una trattativa serrata ma sotto traccia sia perché andava definita prima la questione del trasferimento di Di Francesco al Palermo e poi bisognava evitare che terzi si inserissero. Una volta ceduto Di Francesco, abbiamo serrato le fila e l’accordo è stato raggiunto con reciproca soddisfazione”.

Sul perché dell'acquisto

“Un torneo è molto lungo e pieno di imprevisti per cui bisogna mettere in conto tutto: a esempio noi sappiamo che per quasi un mese non potremo disporre di Banda, impegnato nella Coppa d’Africa. Pertanto, mettendogli a disposizione Sansone, D’Aversa non avrà problemi nel continuare a sviluppare il suo discorso tecnico-tattico offensivo. Oltretutto, seguo Sansone da tempo, ne apprezzo la determinazione e la voglia di lottare, per cui si è trattato di una scelta convinta. Ora anche l’attacco è al completo!”.

Lecce-Napoli, dove vedere la partita in tv e in streaming: gli orari e le probabili formazioni
Frosinone-Lecce 3-1: Abisso choc. Tesoro: "Non arbitri più il Lecce"