header logo

Se fino a ieri si paventavano le dimissioni di Gianluigi Buffon da team manager della Nazionale italiana, oggi la situazione è diametralmente opposta.

L'ex portierone della Nazionale infatti, stava prendendo seriamente in considerazione l'idea di non continuare la sua avventura nello staff di Spalletti a causa della pesante sconfitta contro la Svizzera.

Ma oggi quest'idea sembra abbandonata, e anzi, il ruolo del portiere sarà ancora più forte per cercare di riprendersi dal flop di EURO 2024.

Il summit con Gravina ha infatti portato al rafforzamento del suo ruolo, che verterà sul con la Commissione tecnica, il famoso “pool dei saggi”, creata da Gravina per creare una sinergia tra club di Serie A e Nazionale.

Le dichiarazioni di Buffon

"L’azzurro è la mia seconda pelle, sono felice di poter continuare il percorso da dirigente iniziato poco meno di un anno fa in Nazionale. 

Ringrazio il presidente Gravina per la stima e, come ho sempre fatto nella mia carriera, darò il massimo per la Nazionale. 

Negli ultimi mesi, inoltre, ho potuto acquisire conoscenze e professionalità che auspico possano essere utili allo sviluppo del Club Italia e al potenziamento di tutte le squadre azzurre"

Ma in questo “pool di saggi” manca forse il più saggio di tutti.

Fiorentina, oltre ai giocatori via anche lo staff: fuori anche un ex Lecce
Doppio colpo, da Torino sono certi: "Gendrey prima scelta, piace Baschirotto"

💬 Commenti